Bed and breakfast a luci rosse: alle escort offriva «servizi collaterali»

La conferenza stampa sull'attività investigativa legata al Bed and Breakfast
ARTICOLI CORRELATI
di Andrea Zambenedetti

BELLUNO - Per riempire il suo Bed and breakfast anche nei momenti in cui c’era poca richiesta si era inventato un’attività parallela. Contattava attraverso i siti web diverse prostitute nel Nord Italia e offriva loro un alloggio in cambio di 50 € al giorno. Al tempo stesso garantiva una serie di servizi collaterali, tra i quali fare la spesa per le sue ospiti. In cambio riusciva sempre ad avere il tutto esaurito.

Bare con resti umani dei cimiteri scoperte in un capannone

Vasto il giro di clienti che arrivava anche da fuori provincia nell’appartamento di Fiammoi nella prima periferia di Belluno. Dopo mesi di indagine i carabinieri hanno denunciato il pensionato per il reato di favoreggiamento della prostituzione. Per lui inizialmente il gip aveva disposto la misura del divieto di dimora in provincia. Il pubblico ministero Simone Marcon a chiesto per lui il rinvio a giudizio.
Giovedì 18 Aprile 2019, 12:38 - Ultimo aggiornamento: 19 Aprile, 11:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2019-04-19 10:27:00
siamo un paese di bigotti
2019-04-19 10:22:23
Ipocrisia il tuo nome è Italia
2019-04-19 08:04:36
Forse è meglio in strada ? se sono in casa, pagano l'affitto, fuori dagli occhi dei passanti e fanno quello che tutti fanno nelle loro stanze ma che c'è di male ? Questa è ipocrisia. La prostituzione è sempre esistita la si deve togliere dalle strade e dallo sfruttamento dei criminali, regolamentarla e poi ognuno del proprio corpo, quando non nuoce ad altri, fa quello che vuole.
2019-04-18 19:49:18
Ma lasciate arrotondare le entrate del pensionate e permettete a povere ragazze di avere il reddito come possono. Che paese ipocrita. Basta passare la frontiera a pochi km e cambia lo scenario

QUICKMAP