CORONAVIRUS

Bollettino coronavirus oggi 2 marzo: 17.083 casi e 343 morti. In Lombardia 3.762 positivi, Emilia 2.040, Piemonte 1.609

Martedì 2 Marzo 2021
Bollettino coronavirus oggi 2 marzo

Diffuso il bollettino coronavirus di oggi (2 marzo). Sono 17.083 i test positivi al Covid nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri i positivi erano stati 13.114. Le vittime giornaliere sono 343, ieri erano state 246. I casi totali dall'inizio dell'epidemia sono 2.955.434, i morti 98.288. Gli attualmente positivi sono 430.996 (+6.663 rispetto a ieri), i guariti e dimessi 2.426.150 (+10.057).

Sono stati effettuati 335.983 tamponi (molecolari e antigenici) per il coronavirus nelle ultime 24 ore. Ieri i test erano stati appena 170.633. Il tasso di positività odierno è di quasi il 5,1%, con un calo del 2,6 rispetto al 7,6% di ieri.

Sono 2.327 i pazienti in terapia intensiva per il Covid in Italia, in aumento di 38 unità nel saldo quotidiano tra ingressi e uscite. Gli ingressi giornalieri sono stati ben 222. I pazienti ricoverati nei reparti ordinari sono invece 19.570 , in aumento di 458 unità rispetto a ieri.

LE TERAPIE INTENSIVE

Terapie intensive sotto pressione in 9 Regioni e Province autonome, dove la percentuale dei pazienti ricoverati in rianimazione supera o è sulla soglia critica, fissata al 30% dal ministero della Salute, per l'occupazione dei posti letto da parte di pazienti con Covid-19. Le Regioni più in emergenza - secondo i dati dell'Agenzia per i servizi sanitari (Agenas) aggiornati a ieri sera - sono l'Umbria con il 56%, da tempo attestata su percentuali altissime, il Molise al 49% e la Provincia autonoma di Trento (47%). Seguono: Abruzzo (40%), Friuli Venezia Giulia (35%), Marche (32%), Emilia Romagna (31%), Lombardia (31%), Provincia autonoma di Bolzano (31%) e la Toscana che si posiziona proprio sul 30%. Appena sotto soglia Puglia (29%) e Piemonte (28%). Le percentuali migliori si registrano in Sardegna e Basilicata (9%), Val d'Aosta (10%) e Veneto (11%). A livello nazionale, invece, la media di occupazione delle terapie intensive è da tre giorni al 25%, salita di un punto dal 27 febbraio. Per quanto riguarda l'occupazione dei pazienti Covid nei reparti di area non critica, cioè malattie infettive, pneumologia e medicina generale, la percentuale media nazionale è del 30%, dunque sotto la soglia critica fissata, questa, al 40%. Le Regioni che la superano sono: Umbria (52%), Marche (49%), Molise (44%), Abruzzo (43%), Provincia autonoma di Bolzano che si attesta proprio sul 40%.

IL BOLLETTINO DEL CORONAVIRUS IN PDF

 

LOMBARDIA

In Lombardia, secondo quanto riportato dal quotidiano bollettino diffuso dalla Regione, continuano a crescere i ricoveri per il covid: oggi sono infatti 35 più di ieri i pazienti in terapia intensiva, per un totale di 476, mentre crescono di 184, per un totale di 4.408, i ricoverati nei reparti covid. A fronte di 42.052 tamponi effettuati, sono invece 3.762 i nuovi positivi (8,9 per cento). I decessi registrati oggi sono 55 mentre i guariti/dimessi sono 1.019Sono 767 i nuovi positivi al coronavirus registrati nelle ultime 24 in provincia di Milano, di cui 303 a Milano città. A Bergamo, secondo i dati della Regione Lombardia, sono 146, a Brescia 844, a Como 324, a Cremona 100, a Lecco 91, a Lodi 54, a Mantova 114, a Monza e Brianza 486, a Pavia 148, a Sondrio 34 e a Varese 564.

LAZIO

Nel Lazio su oltre 11 mila tamponi nel (+2.327) e oltre 26 mila antigenici per un totale di oltre 37 mila test, si registrano 1.188 casi positivi (+144), 29 i decessi (+1) e +1.087 i guariti. Diminuiscono i ricoveri, mentre aumentano i casi, i decessi e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 10%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 3%. I casi a Roma sono a quota 600.

Il dettaglio del bollettino del Lazio



 

EMILIA ROMAGNA

Sono 2.040 i nuovi positivi al Coronavirus in Emilia-Romagna, si contano anche 44 morti, mentre continuano a crescere i ricoverati. I nuovi casi sono stati individuati sulla base di 40.171 tamponi fra molecolari e antigenici, di questi 834 sono asintomatici, individuati con screening e contact tracing. La situazione continua ad essere preoccupante in particolare per le province di Bologna (892 casi, di cui 101 nell'Imolese) e di Modena (310) per le quali sono in arrivo ulteriori restrizioni. I casi attivi salgono a 45.847, il 94,1% in isolamento domiciliare perché non necessitano di cure ospedaliere. Ma continuano a salire anche i ricoveri: i pazienti in terapia intensiva sono 239 (+3 rispetto a ieri), 2.476 quelli negli altri reparti Covid (+103). Dei 44 nuovi decessi, 19 sono in provincia di Bologna, sei in quella di Modena, quattro nel Parmense e nel Riminese, tre nel Ferrarese e nel Ravennate, due in provincia di Piacenza e di Reggio Emilia, uno in provincia di Forlì-Cesena. In totale, dall'inizio dell'epidemia i decessi in regione sono stati 10.610.

PIEMONTE

Cresce la pressione sugli ospedali del Piemonte, con 101 ricoverati in più rispetto a ieri. In terapia intensiva l'incremento di 5 pazienti porta il totale a 180, negli altri reparti +96 e totale a 2.139. Sul fronte dei contagi, sono 1.609 i nuovi casi, con l'esito di 23.240 tamponi; il tasso di positività scende al 6.9% rispetto all'8,3% di ieri. La quota di asintomatici è pari al 39,4%. i guariti +877, il totale da inizio pandemia è di 227.211. I dati sono anticipati da Matteo Marnati, assessore regionale alla Ricerca applicata per l'emergenza Covid sul suo profilo Facebook.

ABRUZZO

Sono 246 i nuovi casi di coronavirus accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Di nuovo basso il numero di tamponi molecolari analizzati: 3.681. È risultato positivo il 6,68% dei campioni analizzati. Si registrano undici decessi, che fanno salire il bilancio delle vittime a 1.720. L'area più colpita è il Chietino, ma anche il Teramano continua a mostrare segnali di rapida crescita. Un dato positivo è quello sui guariti, che superano quota 40mila. I nuovi positivi hanno età compresa tra 7 mesi e 98 anni. Quelli con meno di 19 anni sono 27: 7 in provincia dell'Aquila, 2 in provincia di Pescara, 5 in provincia di Chieti e 12 in provincia di Teramo. Gli undici decessi, cinque dei quali riferiti ai giorni scorsi ma comunicati solo oggi dalle Asl, riguardano persone di età compresa tra 58 e 94 anni: 4 in provincia di Chieti, 5 in provincia di Teramo, una in provincia dell'Aquila e una in provincia di Pescara. I guariti delle ultime ore sono 291: il totale arriva a 40.135. Gli attualmente positivi sono 13.055 (-56). Nelle ultime ore sono stati eseguiti anche 2.374 test antigenici. A livello territoriale, l'incremento più consistente si registra in provincia di Chieti (+85); seguono il Teramano (+66), il Pescarese (+60) e l'Aquilano (+34). Le località con più nuovi casi sono Chieti (+24) e Pescara (+23).

TRENTINO

Oggi si registrano in Trentino un decesso per coronavirus, avvenuto in ospedale, e 220 nuovi contagi: 71 casi positivi al molecolare e 149 all'antigenico, secondo i dati comunicati dall'Azienda sanitaria. I molecolari hanno confermato anche 91 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Stabili i ricoveri. Dei nuovi positivi di oggi, 103 sono asintomatici e 113 pauci sintomatici, tutti seguiti a domicilio. I nuovi casi fra bambini e ragazzi in età scolare sono 35 (5 hanno tra 0-2 anni, 8 tra 3-5 anni, 6 tra 6-10 anni, 3 tra 11-13 anni, 13 tra 14-19 anni) mentre quelli fra ultra settantenni sono 32. Ieri le classi in quarantena erano 73. Numerosi anche oggi i guariti: 234, che portano il totale a 29.399. I pazienti attualmente ricoverati sono 233, di cui 42 in rianimazione. Nella giornata di ieri sono stati registrati 27 nuovi ricoveri, ma sono numerose anche le dimissioni: 25 quelle registrate nelle ultime 24 ore. Sul fronte dei tamponi, i molecolari oggi sono 1.002, tutti analizzati dall'ospedale Santa Chiara di Trento. All'Azienda sanitaria sono stati notificati inoltre 2.058 tamponi rapidi antigenici. Riguardo alle vaccinazioni, questa mattina le dosi somministrate sono state 44.899 (di cui 15.822 seconde dosi e 7.070 riservate ad ospiti di residenze per anziani).

SARDEGNA

Sono 41.306 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza. Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale sono stati rilevati 70 nuovi casi. In totale sono stati eseguiti 778.916 tamponi, per un incremento complessivo di 10.613 test rispetto al dato precedente. Il rapporto casi positivi-tamponi eseguiti segna per l'Isola un tasso di positività dello 0,6%. Si registrano 4 decessi (1.170 in tutto). Sono invece 206 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (-4), mentre sono 20 (+1) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 12.513. I guariti sono complessivamente 27.177 (+132), mentre le persone dichiarate guarite clinicamente nell'Isola sono attualmente 220. Sul territorio, dei 41.306 casi positivi complessivamente accertati, 9.841 (+27) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 6.606 (+4) nel Sud Sardegna, 3.485 (+4) a Oristano, 8.205 (+21) a Nuoro, 13.169 (+14) a Sassari.

 

 

 

 

PUGLIA

Su 9.322 test per l'infezione da Covid-19 registrati oggi in Puglia vi sono 1.021 casi positivi e 40 decessi. Il tasso di positività è pari all'11% (rispetto al 13,47% di ieri). I nuovi infetti sono così ripartiti: 410 in provincia di Bari, 134 in provincia di Brindisi, 105 nella provincia BAT, 137 in provincia di Foggia, 105 in provincia di Lecce, 123 in provincia di Taranto, 4 residenti fuori regione, 3 casi di provincia di residenza non nota. I decessi si sono verificati: 11 in provincia di Bari, 10 in provincia BAT, 1 in provincia di Brindisi, 12 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Lecce, 4 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.571.274 test. 111.599 sono i pazienti guariti. 33.111 sono i casi attualmente positivi.

SICILIA

Sono 566 i nuovi casi di Covid 19 registrati oggi in Sicilia. Quattordici i morti e 1.004 le persone dimesse o guarite. In totale nell'isola attualmente di registrano 25.729 positivi - 452 in meno rispetto a ieri - e di questi 726 sono ricoverati in regime ordinario, 123 in terapia intensiva e 24.880 in isolamento domiciliare.

CALABRIA

In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 554.680 soggetti per un totale di 587.436 tamponi eseguiti (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test). Le persone risultate positive al Coronavirus sono 38.133 (+102 rispetto a ieri), quelle negative 516.547. Sono questi i dati giornalieri relativi all'epidemia da Covid-19 comunicati dal dipartimento Tutela della Salute, che fanno inoltre registrare +1 terapie intensive, +105 guariti/dimessi e altri 5 morti.

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 6.116 tamponi molecolari sono stati rilevati 283 nuovi contagi con una percentuale di positività del 4,63%. Sono inoltre 3.463 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 196 casi (5,66%). I decessi registrati sono 11, a cui si aggiunge un pregresso afferente al 26 febbraio scorso; i ricoveri nelle terapie calano a 61 (ieri 62), mentre quelli in altri reparti risultano essere 380 (ieri 373). Lo comunica il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. I decessi complessivamente ammontano a 2.856, con la seguente suddivisione territoriale: 641 a Trieste, 1.428 a Udine, 596 a Pordenone e 191 a Gorizia. I totalmente guariti sono 62.353, i clinicamente guariti 2.048, mentre le persone in isolamento oggi risultano essere 9.765. Dall'inizio della pandemia in Fvg sono risultate positive complessivamente 77.463 persone con la seguente suddivisione territoriale: 14.815 a Trieste, 35.695 a Udine, 16.924 a Pordenone, 9.130 a Gorizia e 899 da fuori regione.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 6 Marzo, 14:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA