CORONAVIRUS

Brescia zona arancione scuro, alunni vanno a scuola nonostante il divieto: i carabinieri li rimandano a casa

Mercoledì 3 Marzo 2021
Brescia, alunni vanno a scuola nonostante il divieto: «Non partecipavano attivamente». Mandati a casa dai carabinieri

Saranno segnalati al Tribunale dei minori i genitori che a Casto, provincia di Brescia, hanno portato a scuola i figli nonostante fosse obbligatoria la Dad, la didattica a distanza. Il comune in questione, infatti, si trova in zona arancione scuro: e quindi gli studenti dovrebbero seguire da casa. Ma alcuni alunni non riuscivano a stare attenti, così i genitori hanno preferito portarli in classe.

Dpcm, scuole chiuse in zona rossa. In gialla e arancione decidono i governatori

La violazione è stata rilevata dai carabinieri, intervenuti nella mattina di mercoledì 3 marzo. Hanno trovato dentro la scuola 15 alunni affetti da disabilità, e quindi giustamente in presenza, e altri 10 che invece sarebbero dovuti rimanere a casa per evitare la possibilità di contagi. Gli studenti sono stati fatti tornare a casa.

 

 

Ultimo aggiornamento: 15:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA