Brescia, «Vai e sparagli», arruola il nipote 13enne per uccidere il rivale in amore: arrestato lo zio

Martedì 6 Aprile 2021 di Claudia Guasco
Brescia, «Vai e sparagli», arruola il nipote 13enne per uccidere il rivale in amore: arrestato lo zio

«Vai e sparagli». Il mandante ha indicato la vittima da colpire, ha fornito la pistola, stabilito luogo e ora dell'agguato. Come in un'aggressione di mafia. Ma era una vendetta per amore e il killer arruolato un ragazzino di tredici anni appena compiuti. È accaduto venerdì sera a Montichiari, in provincia di Brescia: Antonio Di Sanzo, 27 anni, aveva un conto in sospeso con un uomo di 31 anni e per eliminarlo ha reclutato il nipote minorenne,...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
Ultimo aggiornamento: 11:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA