CORONAVIRUS

Marsala, cliente paga caffè al bar 50 euro: «È il minimo, sono dipendente pubblico e al mio stipendio contribuisci anche tu»

Lunedì 18 Maggio 2020
Marsala, cliente paga caffè al bar 50 euro: «È il minimo, sono dipendente pubblico e il mio stipendio lo paghi anche tu»
«Tieni pure il resto. Siete rimasti chiusi 50 giorni. È il minimo che io possa fare». Con queste parole un cliente di un bar di Marsala ha deciso di pagare il suo primo caffè della Fase 2 la bellezza di 50 euro anziché 0,80 centesimi. La cassiera ha fatto per dargli il resto ma l'uomo ha rifiutato generosamente: «Sono una persona fortunata - si è schermito -. Ho uno stipendio da dipendente pubblico che è pagato dalle tasse che anche tu versi, a domani». Il protagonista sarebbe un cliente abituale del bar situato in via Roma, nel centro di Marsala. 

LEGGI ANCHE Riaperture 18 maggio, cosa si può fare da oggi. Dal 25 musei e palestre. Dal 3 giugno i viaggi e dal 15 cinema e teatri

 
Ultimo aggiornamento: 20 Maggio, 02:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA