«Cerco cameriera di bella presenza per il chiosco»: travolto da insulti sui social

Martedì 31 Agosto 2021 di Benedetta Basso
Castelfranco, annuncio di lavoro travolto da insulti razzisti: «Cerco cameriera di bella presenza per il chiosco»

È stato accusato di essere sessista e razzista sotto un annuncio social in cui offriva lavoro a una ragazza di bella presenza. Gabriele Carraro, 35 anni di Castelfranco, non ci sta. E lui, proprietario del chiosco itinerante di panini Gabry Banco, ha deciso di replicare. «Sto solo offrendo lavoro sicuro a una ragazza carina e ho semplicemente fatto una preferenza, come fanno tutti gli altri locali, per questione di marketing e business, senza alcuna malizia - dice Carraro - Non capisco perché sono stato offeso e attaccato così duramente. Ho avuto una dipendente rumena e ho amici stranieri. Non sono razzista né tanto meno sessista».

Laura Castelli condannata per diffamazione per un post su Facebook: «Insulti sessisti»

La ricerca 

La ragazza che lavorava per lui da diversi anni ha scelto altre strade, e ora Gabriele cerca da tre settimane una sostituta. Ma non è semplice. «Durante il lockdown sono saltate tutte le sagre e le fiere e, nonostante abbia cercato altri lavori, sono rimasto a casa senza entrate - continua Carraro - Ora sono felice e grato di ripartire ma il mio lavoro richiede dei sacrifici. Avevo trovato una ragazza perfetta per il chiosco ma appena le ho detto che avrebbe dovuto lavorare 24 giorni di seguito alle fiere di San Luca a Treviso ha cambiato idea, rifiutando il posto di lavoro». Gabriele, così, decide di pubblicare nelle pagine Facebook di diversi paesi la sua richiesta e offerta di lavoro. Tra Camposampiero, Trebaseleghe, Loreggia e Castelfranco è proprio in quest'ultimo gruppo, della città in cui vive, a ricevere gli attacchi e le offese più estremi. «Sto addirittura cercando casa fuori Castelfranco Veneto. Sono leoni da tastiera, dei fannulloni che sanno soltanto offendere senza conoscere - afferma arrabbiato il proprietario del chiosco - Mi scrivevano che davo messaggi sbagliati e mi insultavano, arrivando persino a scagliarsi contro la mia famiglia. La maggior parte dei messaggi offensivi erano scritti donne. Gli uomini invece mi provocavano. Sto solo offrendo un posto fisso anche senza esperienza perché sono disponibile ad insegnare questo mestiere e accompagnare le mie dipendenti sul luogo di lavoro».

L'annuncio 

Dopo i numerosi insulti e attacchi, il 35enne ha deciso di eliminare l'annuncio dal gruppo Facebook di Castelfranco ma ne ha pubblicato un altro sfogando tutta la sua rabbia e il suo dissenso per quello che aveva subito, sottolineando come il suo post non volesse essere offensivo ma diretto, specificando sin da subito le esigenze per il suo chiosco che Carraro porta avanti ormai da dieci anni, sempre con dipendenti carine. «Fortunatamente ci sono molte persone che difendono e comprendono il mio punto di vista, la mia schiettezza e la mia scelta - conclude il 35enne - Voglio lavorare in modo tranquillo e sereno senza essere discriminato anche se preferisco una donna nella gestione del mio chiosco».

 

Ultimo aggiornamento: 17:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA