Camilla, morta sugli sci a 9 anni, cosa rivela l'autopsia

Camilla, morta sugli sci a 9 anni. L'autopsia rivela: «Trauma cervicale per l'urto contro la barriera»
ARTICOLI CORRELATI
1
  • 1
L'autopsia ha rivelato la causa della morte di Camilla Compagnucci, la bambina di 9 anni deceduta su una pista da sci a Sauze d'Oulx lo scorso 2 gennaio: l'esame autoptico, eseguito oggi dal medico legale Paola Rapetti, ha accertato che la bimba è morta per un trauma cervicale causato dall'urto contro una barriera frangivento.

Sulla morte della piccola, che era in vacanza con il padre in Piemonte, la Procura di Torino ha aperto un'inchiesta per omicidio colposo e ha iscritto nel registro degli indagati quattro dirigenti e tecnici della Sestrieres Spa, la società che gestisce gli impianti della Via Lattea.



La pista 'Imbutò, dove è accaduto l'incidente, e altre tre sono state messe sotto sequestro dai carabinieri. A duecento metri di distanza dal luogo in cui è morta la piccola Camilla, l'anno scorso aveva perso la vita Giovanni Bonaventura, ingegnere di 31 anni che aveva perso il controllo degli sci e si era schiantato contro una barriera.
Mercoledì 9 Gennaio 2019, 21:55 - Ultimo aggiornamento: 09-01-2019 23:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-01-10 11:21:38
ma se non sanno sciare,o almeno non hanno abbastanza padronanza,perchè si immettono in piste pericolose?

QUICKMAP