Il cane abbaia di continuo, i vicini entrano in casa e trovano un cadavere. «Era morto da giorni»

Sul posto successivamente è giunto anche il medico legale per un primo esame esterno del cadavere

Una cane abbaiava da tempo ma i vicini non capivano il motivo: è stato trovato in casa il corpo del padrone
Una cane abbaiava da tempo ma i vicini non capivano il motivo: è stato trovato in casa il corpo del padrone
Domenica 27 Novembre 2022, 19:39 - Ultimo agg. 28 Novembre, 13:01
3 Minuti di Lettura

Abbaiava da giorni, ma nessuno capiva il motivo. Ma è stato proprio grazie ad un cane che è stata fatta la terribile scoperta in un’abitazione di Arma di Taggia, in provincia di Imperia. In casa, è stato trovato il corpo senza vita del padrone dell’animale che, stando ai primi rilievi, era morto da giorni. 

Donne uccise, chi è davvero De Pau? Dalla droga alle armi, «un uomo pericoloso»

L'abitazione si trova nel complesso residenziale della Torri di Colombo dove la vittima, un uomo di circa 50 anni, risiedeva. A trovare il cadavere dell’uomo sono stati i carabinieri che sono intervenuti sul posto nella mattinata di oggi, domenica 27 novembre, su segnalazione dei vicini di casa della vittima, preoccupati dal continuo latrare del cane e dal fatto che il padrone non rispondesse ai loro richiami.

I fatti


Dopo la segnalazione dei vicini, sul posto è accorsa una pattuglia dei carabinieri che, accertato che al campanello non rispondesse nessuno, hanno chiamato i vigili del fuoco per forzare la porta di ingresso dell'abitazione. Appena entrati in casa, però, i militari si sono subito trovati davanti alla terribile scena. L’uomo era già morto da tempo, inutili i soccorsi medici.

Cosa è successo dopo 

Sul posto successivamente è giunto anche il medico legale per un primo esame esterno del cadavere in attesa della probabile autopsia disposta dalla Procura. Dai primi rilievi, il decesso dell’uomo risalirebbe a una decina di giorni fa ma nessuno se ne era accorto fino a che il cane non ha iniziato ad abbaiare in modo persistente.

Restano da accertare le cause del decesso del cinquantenne anche se, da un primo esame, non sembrano esserci segni evidenti di violenza sul corpo. Questo elemento, insieme al fatto che la casa fosse chiusa dall’interno, al momento lascia ipotizzare che non ci sia stato intervento di terzi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA