Casapound, Tria: «Sgombero già richiesto dal Mef, Prefettura decide priorità»

ARTICOLI CORRELATI
Il ministro dell'Econonia Tria interviene sul caso dello sgombero dello stabile occupato da Casapound, in via Napoleone III a Roma. Il palazzo «è stato già richiesto», ha detto Tria a margine dell'inaugurazione dell'anno accademico a Tor Vergata.

A chi gli chiede conto delle polemiche di questi giorni il ministro risponde che «ci sono delle competenze diverse nelle varie fasi. L'attuazione dello sgombero richiesto è della Prefettura, io rispetto quello che loro dicono, quando riterranno necessario secondo delle priorità». Il Mef nei giorni scorsi aveva scritto al Campidoglio sollecitando lo sgombero dell'immobile occupato, tra gli altri, da CasaPound. Ma per la Prefettura non è una priorità. Secondo il prefetto di Roma, il palazzo di via Napoleone III occupato da CasaPound non è a rischio crollo né presenta particolari problemi sotto il profilo igienico e per questo «non rientra tra le priorità sul fronte sgomberi».
Venerdì 22 Febbraio 2019, 13:18 - Ultimo aggiornamento: 22-02-2019 14:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP