Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Cassino, auto in mezzo alla folla nell'isola pedonale: caos e paura in Corso della Repubblica

Sabato 26 Marzo 2022 di Alberto Simone
Cassino, auto tra la folla

Sabato sera di follia nel centro di Cassino. Movida violenta, liti tra ragazzini, atti di teppismo. La scorsa notte un automobilista, per cause sulle quali si sta cercando di fare luce, si è fiondato nel bel mezzo dell’isola pedonale imboccando il Corso della Repubblica in senso opposto dove non ci sono barriere perché da decenni vige il divieto di accesso permanente (l’ingresso in città è consentito solo da via Enrico De Nicola).

L’uomo di mezza età, non giovanissimo, dunque, e neanche con un tasso alcolemico alterato, ha però deciso di percorrere il Corso della Repubblica nel senso opposto di marcia fino ad arrivare nel centro della movida dove si trovavano centinaia di giovani dinanzi ai bar.

Attimi di panico nell’isola pedonale dove è scattato il fuggi fuggi generale per evitare possibili investimenti. La corsa dell’uomo è stata però prontamente arrestata dagli agenti del commissariato di Polizia di Cassino che hanno fermato l’automobilista. A seguito di approfonditi controlli per lui è scattata la sanzione prevista dal Codice della Strada per guida in divieto di accesso: il tasso alcolemico non è risultato alterato, dunque nessuna denuncia.

 

Video

L’AGGRESSIONE

Ma il terrore seminato dall’auto fiondatasi nel bel mezzo della movida, non è stato l’unico episodio della serata. Poco più tardi, a tarda notte, i residenti del centro cittadino sono stati svegliati dalle urla dei giovani. Si è infatti scatenata una lite con una coppia di coniugi ultraquarantenni. Non si conoscono i motivi. Quel che è certo è che l’uomo, probabilmente per difendere la sua compagna, ha rischiato di essere colpito da una transenna che gli è stata scaraventata addosso da un gruppo di giovanissimi che poi sono fuggiti.

Tanti, ormai troppi, gli episodi della mala movida nei weekend a Cassino. Alcuni residenti osservano: «Finalmente il Comune ha assunto nuovi vigili, li vediamo in azione di giorno molto attivi nel fare le multe. Perché non farli circolare anche durante la notte? Farebbero certamente da deterrente scoraggiando comportamenti riprovevoli anche perché noi che viviamo in centro siamo ormai esausti di questi episodi».

Altri residenti rincarano la dose: «Il problema non sono solo i giovani e la movida, ma anche i bar che non rispettano gli orari. I decibel, la musica alta: questi sono comportamenti sui quali l’amministrazione comunale può e deve intervenire, non servono le forze dell’ordine».

LA PROPOSTA

Danilo Evangelista, attivista dei giovani di destra, annota: «L’episodio del folle in auto contromano avvenuto sabato sera nell’area pedonale del Corso della Repubblica a Cassino, è senza ombra di dubbio intollerabile e da condannare. A parte le critiche, è il caso di proporre una chiusura anche all’uscita dell’area pedonale per evitare in futuro altri pericoli simili. Se ci fossero state barriere in uscita come in ingresso, sarebbe stato impossibile percorre l’area pedonale in auto contromano».

Dal Municipio nessuna risposta ufficiale a quanto accaduto nella notte. Ci si limita solo a far notare che spetta alle forze dell’ordine presidiare, se necessario, i luoghi della movida nei fine settimana, anche per prevenire risse o altri episodi negativi. La polizia locale? Quando l’organico sarà sufficiente - la rassicurazione ai cittadini - sicuramente potrà contribuire.

Ultimo aggiornamento: 27 Marzo, 23:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA