Cervo sbuca sulla strada e centra una moto: pilota salvo per miracolo, morto l'animale

Sabato 11 Settembre 2021 di Olivia Bonetti
La cerva sbuca all'improvviso sulla strada: violento impatto con una moto, centauro miracolato

CORTINA - La cerva sbuca in strada all'improvviso e il motociclista non riesce ad evitare l'impatto. Poteva avere conseguenze tragiche l'incidente avvenuto ieri sulla statale 48 delle Dolomiti, verso il passo Falzarego, a Cortina. Il motociclista, un 51enne tedesco che era con una comitiva di amici, è stato sbalzato dalla sella della sua Ducati Monster 1000 ed è volato impattando sull'asfalto. Per la cerva non c'è stato scampo: è morta sul colpo a bordo strada. Il motociclista si è salvato. Un vero miracolo se si pensa ai precedenti avvenuti anche in quel punto. È stato soccorso dall'elicottero di Pieve di Cadore se l'è cavata con una frattura costale. 

 

Famiglia di cinghiali attraversa la strada, auto frena e si ribalta: ferito cuoco di 21 anni

 

Cortina, incidente tra cervo e moto


L'incidente si è verificato alle 12.50 al chilometro 114 della statale 48, in comune di Cortina in prossimità della chiesetta in legno, subito dopo l'abitato di Pocol salendo verso passo Falzarego. Transitavano in quel momento i carabinieri del soccorso piste e in parete della Compagnia di Cortina e sono subito intervenuti per prestare soccorso. Nel frattempo sono arrivati i vigili del fuoco del distaccamento di Cortina che hanno collaborato con il personale sanitario del 118. I sanitari arrivati con l'elicottero hanno stabilizzato il ferito e portato le prime cure. L'uomo è stato poi elitrasportato in ospedale di Belluno, dove ieri in serata era ancora ricoverato. Ma le sue condizioni non destavano preoccupazione. La strada è rimasta chiusa per una ventina di minuti, per consentire i soccorsi. La strada verso il Falzarego è un punto da bollino rosso nella rete provinciale per gli investimenti degli ungulati. Proprio lì, qualche anno fa, nel 2013, quasi esattamente allo stessa chilometrica (era al km 113 e 300) si era verificata una scena simile. Un motociclista, Demetrio Fedeli, un ingegnere di Roma, si era visto sbucare due cervi dai cespugli ed era finito a terra. Intraprese una battaglia in Tribunale contro Veneto Strade, Regione e Provincia, ma perse. Tradotto in euro venne condannato a risarcire 18mila euro di spese agli enti.

Ultimo aggiornamento: 16:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA