Emanuela Orlandi, l'ipotesi della «tratta delle bianche»

Mercoledì 22 Luglio 2020
Chi l'ha Visto, quando si sono perse le tracce di Emanuela Orlandi a Roma sono scomparsi più di 300 giovani: l'ipotesi della 'tratta delle bianche'

È impressionante il dato sugli scomparsi nel periodo in cui si sono perse le tracce di Emanuela Orlandi. A Chi l'ha Visto si ripercorre la vicenda della giovane cittadina dello Stato Vaticano e si ricorda una pista intrapresa nella prima fase delle indagini e poi abbandonata: quella della "tratta delle bianche". In quell'anno a Roma sparirono 144 ragazzi e 177 ragazze, 321 minorenni in totale.

Alcuni di questi ragazzi sono spariti per poche ore soltanto, ma fa impressione che più di 300 misteriose sparizioni si siano verificate nell'arco di un anno e mezzo. Emanuela Orlandi è scomparsa verso le 19 del 22 giugno, dopo essere uscita da una scuola di musica. La ragazza è la figlia quindicenne di un messo della prefettura della Casa pontificia ed è cittadina del Vaticano. A maggio era già scomparsa un'altra ragazza romana, Mirella Gregori, coetanea di Emanuela, e i due casi vengono quasi subito collegati. In questi termini - come di "una stessa cosa" - ne parla Ali Agca, l'attentatore del Papa, ma non sono mai emersi elementi concreti che avvalorassero questa pista.

Mirella Gregori, figlia dei titolari di un bar di via Volturno, a Roma, studentessa, non conosceva Emanuela Orlandi, nè le due ragazze avevano frequentazioni in comune. Mirella scomparve dopo aver detto alla madre che "aveva un appuntamento" presso il monumento al bersagliere di Porta Pia con un vecchio compagno di classe, che peraltro quel pomeriggio era impegnato altrove. L'ipotesi è che possano essere rimaste vittime della tratta delle ragazze bianche. 

Ultimo aggiornamento: 22:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA