Coach rimprovera calciatore di 9 anni, il padre gli dà una testata e gli rompe il naso

Il piccolo aveva invece raccontato al padre che il coach gli aveva messo le mani addosso

Coach rimprovera calciatore di 9 anni, il padre gli dà una testata e gli rompe il naso
Coach rimprovera calciatore di 9 anni, il padre gli dà una testata e gli rompe il naso
Domenica 25 Febbraio 2024, 18:46 - Ultimo agg. 27 Febbraio, 08:11
2 Minuti di Lettura

I dissapori tra un allenatore e un genitore nati sul campo da calcio sono finiti con un'aggressione che è costata la rottura del setto nasale all'ex coach dei Pulcini della Idrostar, società di Cesano Boscone, nel Milanese. Secondo quanto ricostruito da «Il Giorno», all'origine, ci sarebbe un rimprovero da parte dell'allenatore al piccolo calciatore di nove anni che gli aveva risposto male.

Rissa tra poveri per un pasto al centro di accoglienza. Un ferito, rischia di perdere l'occhio. Tre arresti

La bugia

Il piccolo aveva invece raccontato al padre che il coach gli aveva messo le mani addosso. «Niente di vero - ha raccontato l'uomo al quotidiano -, non ho mai fatto nulla di simile e mai mi sognerei di farlo».

Ieri mattina, durante una partita dei Pulcini dove milita il bambino, appena il padre ha incontrato l'ex allenatore, ora alla guida di un'altra squadra, sempre di Idrostar, il padre lo ha accusato di essere stato violento con il figlio.

La discussione

Ne è nata una discussione perché, ha spiegato l'allenatore, «gli ho risposto che non doveva permettersi di lanciarmi simili accuse». A quel punto il genitore ha aggredito l'allenatore, dandogli una testata che gli ha rotto il setto nasale. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della Compagnia di Corsico per l'aggressione e sentire le testimonianze dei presenti. L'allenatore, che è stato trasportato dal personale del 118 all'ospedale San Carlo, ha annunciato che sporgerà denuncia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA