Colpo nel casolare umbro di Argentero spariscono anello, Rolex e Telegatto

Martedì 10 Dicembre 2019
Luca Argentero
CITTÀ DELLE PIEVE Luca Argentero con un tweet ha raccontato che gli hanno rubato il Telegatto. «I ladri che mi sono entrati in casa e mi hanno rubato il Telegatto, meritano una giustizia karmica esemplare... Perché il Telegatto? Perché?», scrive con le emoticon rappresentanti faccine tristi.Il colpo è stato messo a segno nel casolare che l’attore torinese ha acquistato qualche anno fa nelle campagne di Città della Pieve.
I ladri sarebbero entrati da una finestra sul retro del casolare che si trova in un luogo isolato nelle campagne che degradano verso il lago Trasimeno. Non c’è solo il Telegatto tra gli oggetti che sono stati portati via di balordi, ma sarebbero spariti un orologio Rolex, mille euro in contanti e un anello. Sul colpo stanno indagando i carabinieri della Compagnia di città della Pieve.
In Umbria, Luca Argentero ha girato anche il film “Copperman. La straordinaria vita di Anselmo”, uscito nelle sale a febbraio scorso, che lo ha visto protagonista: una produzione cinematografica della Eliofilm con Rai Cinema e Notorious Pictures, firmata dal regista Eros Puglielli e con un cast composto, oltre che da Argentero, dagli attori Antonia Truppo, Galatea Ranzi, Gianluca Gobbi e Tommaso Ragno. Per realizzare la pellicola, tra luglio e ottobre 2018, Argentero ha soggiornato a Spoleto per sei settimane spesso accompagnato dalla fidanzata Cristina Marino. 
La sua carriera nel mondo dello spettacolo è iniziata, raggiungendo subito la notorietà anche per un controverso rapporto con Marianella Bargigli, nel 2003 partecipando alla terza edizione del Grande Fratello, il reality show di Canale 5. Al 2005 risale il suo primo debutto come attore nella serie tv Carabinieri girata proprio a Città delle Pieve. Nel 2010 debutta anche in teatro con lo spettacolo Shakespeare in Love, regia di Nicola Scorza. 
Il Telegatto speciale è stato assegnato all’attore nel 2014 durante il Roma Fiction Fest e Argentero lo ha ricevuto dalle mani di Aldo Vitali, direttore di «Sorrisi e Canzoni». 
«Era un premio cui teneva moltissimo- spiegava l’altro ieri il suo agente- perché Luca lo aveva dedicato alla nonna». Ultimo aggiornamento: 18:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA