Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

No vax, coniugi morti di Covid a 24 ore di distanza: contagiati anche figlio, nuora e nipote

Giovedì 10 Febbraio 2022 di Redazione Web
Coniugi "no vax" morti di Covid a 24 ore di distanza, contagiati anche figlio, nuora e nipote

Avevano entrambi il Covid, non erano vaccinati, ma hanno atteso di chiamare il medico quando ormai non ce la facevano più. Le cure e il ricovero immediato in terapia intensiva non sono valsi a salvarli. Sono morti a 24 ore di distanza l'uno dall'altra, all'ospedale di Villafranca, due coniugi di Verona, Rino Perrinelli, 69 anni, e Laura Sorio, 70 anni, originari di Lazise e residenti a Bussolengo.

Renzo Zanusso, l'imprenditore stroncato dal Covid a Treviso: non si era vaccinato per paura

Oggi - 9 febbraio - si sono celebrati i funerali. I feretri sono stati scortati fino alla chiesa dalle moto  degli amici di Rino, grande appassionato delle due ruote. Era uno degli animatori del locale Moto Club. L'uomo, che aveva lavorato fino all'ultimo come autotrasportatore, ha ricordato il fratello, non si è potuto nemmeno godere   la pensione. Marito e moglie si erano scoperti positivi al Covid-19 a  fine  dicembre. Non si erano sottoposti al vaccino, e forse anche per questo la malattia si è presentata in modo pesante. Nei primi tre-quattro giorni durante i quali hanno iniziato a sentire i sintomi del virus hanno scelto di non chiamare il medico. E potrebbe essere stato questo, secondo i familiari, ad essere stato fatale per Rino e Laura.

Franco Trinca, morto il biologo No vax sostenitore delle terapie domiciliari: «Ha rifiutato di essere intubato»

Quando sono stati trasferiti in ospedale a Villafranca le loro condizioni erano già gravi, ed in breve sono stati spostati in due letti della terapia intensiva. Nel frattempo il contagio aveva raggiunto il figlio, la nuora ed il nipote della coppia. Nel loro caso, però, le cure dei medici li hanno fatti ristabilire presto. La vicenda ricorda un'altra tragica storia di Covid venuta alla luce a inizio febbraio, quella dei due coniugi novantenni Irma Gilioli e Annibale Meneghelli, anch'essi del veronese, deceduti in ospedale a distanza di neanche mezz'ora l'uno dall'altra. Anche loro non avevano mai fatto il vaccino.

 

Ultimo aggiornamento: 11 Febbraio, 11:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA