CORONAVIRUS

Coronavirus in Bangladesh, a Dacca il business dei test falsi: «Venduti anche nelle copisterie»

Giovedì 9 Luglio 2020 di Francesco Malfetano
Coronavirus, a Dacca il business dei test falsi: «Venduti anche nelle copisterie»

Piccole bande, ospedali infedeli, sindacati compiacenti ed imprenditori senza scrupoli. In Bangladesh, dietro al giro di falsi certificati di negatività al Covid 19 che ora sta mettendo a rischio anche l’Italia, c’è un sistema corrotto a tutti i livelli. Nella capitale Dacca, stando alla stampa locale, bastano infatti tra i 3.500 e i 5.000 taka (36-52 euro) per acquistare un’attestazione sanitaria fasulla. Un documento che non ha validità al...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
Ultimo aggiornamento: 12:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA