Coronavirus, 19 italiani via dalla Cecchignola. «Quarantena finita, siamo virus free»

Giovedì 20 Febbraio 2020 di Camilla Mozzetti
Coronavirus, addio alla Cecchignola: 19 italiani lasciano la caserma dopo la quarantena

Sono di nuovo tutti negativi al coronavirus gli ultimi tamponi sugli ospiti del centro sportivo della città militare della Cecchignola e così questa sera 19 persone lasceranno il centro e potranno tornare a casa dalle loro famiglie. Mentre i restanti 36 ospiti partiranno domani. Si chiude il periodo di quarantena e la paura di aver contratto il coronavirus è ormai superata.

Coronavirus, domani tornano quelli della Diamond

Coronavirus, Taiwan mette al bando carne maiale Italia
Coronavirus, Spallanzani: «Continua il miglioramento dei cinesi, italiani in ottime condizioni»

A salutarli i ministri della Difesa e della Sanità Lorenzo Guerini e Roberto Speranza. “Lo Stato ha fatto la sua parte” ha detto il responsabile della Salute grazie anche al supporto logistico e specialistico del personale militare e medico militare. I ministri hanno voluto dimostrare, con la loro presenza, che non c'è alcun problema a frequentare i connazionali che sono stati sottoposti alla quarantena. In molti, fra loro, temono di non poter tornare, almeno subito, alla vita di tutti i giorni per quanto riguarda i rapporti con familiari, amici e colleghi per l'immotivata paura di contagio. Guerini e Speranza, così come le altre autorità militari e civili alla Cecchignola, non hanno indossato mascherine e hanno salutato di persona ogni ospite della caserma.


Due degli ormai ex ospiti del centro dell'esercito hanno anche girato un video selfie, diffuso da SkyTg24: indossando la mascherina e i guanti di lattice hanno detto di non vedere l'ora di non dovere usare più queste precauzioni e di tornare alla vita normale. 

«Siamo i primi italiani virus free» hanno esultato poco prima di uscire verso le 18.45. «Vi chiediamo di non riprenderci con le telecamere, perché da domani torneremo alle nostre vite e non vogliamo essere guardati come persone potenzialmente nocive agli altri. Stiamo bene, lo attestano tutti i controlli e lo stesso certificato che ci hanno rilasciato, vogliamo proteggerci dai pregiudizi». E' quanto spiegano, secondo quando si apprende, alcuni degli italiani che hanno lasciato la Cecchignola.

Dice Fabio, di Fiorano (Modena), dipendente di un'azienda ceramica, già un piede fuori dalla cancellata: «Ho solo voglia di riabbracciare i miei cari. La Cina? Non credo ci tornerò». 
 

Giappone
Per quanto riguarda gli italiani ancora in Giappone sulla nave da crociera Diamond princess si stanno ultimando le verifiche e le analisi grazie a personale medico italiano arrivato a Yokohama. La partenza dovrebbe avvenire domani. Gli italiani atterreranno a Pratica di Mare e saranno poi trasferiti alla Cecchignola dove partirà il periodo di quarantena.
 

Ultimo aggiornamento: 21 Febbraio, 01:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA