CORONAVIRUS

Ombrelloni e lettini troppo vicini e personale senza mascherina: piovono multe sui lidi balneari. Stretta sui controlli

Martedì 4 Agosto 2020

Lettini e ombrelloni troppo vicini: per questo motivo i carabinieri - con un'attività congiunta di Nas, Nild e carabinieri forestali di Lecce e della stazione di Gallipoli - hanno sanzionato un lido balneare in località Baia Verde. Il titolare dovrà pagare quattrocento euro per il mancato rispetto del distanziamento imposto dal regolamento regionale 237 del 17 maggio scorso e dal Dpcm del 26 aprile, entrambi relativi alle misure cui attenersi per impedire il diffondersi del contagio da Covid-19.

Norme, queste, violate anche da un secondo stabilimento, sempre nella Città Bella: in questo caso è scattata la multa da 1.600 euro perché quattro dipendenti non indossavano la mascherina, obbligatoria nei luoghi chiusi e affollati, e perché ombrelloni e lettini occupavano abusivamente un'area demaniale di 300 metri quadrati, area poi sottoposta a sequestro. 

Le attività di controllo da parte dei carabinieri si sono concentrate anche sullo spaccio di sostanze stupefacenti, in particolare lungo il litorale ionico, da Gallipoli fino a Nardò, Sannicola e Galatone. Fra l'ultima settimana di luglio e i primi giorni di agosto, sono stati segnalate alla prefettura 23 persone per uso non terapeutico di hashish e marijuana. Quattro le segnalazioni per assunzione di cocaina, anche da parte di minori. Due denunce, invece, sono scattate per spaccio: si tratta di un uomo di 47 anni, di Gallipoli, e di un altro di Matino, sempre nel Salento.

Sette le denunce per furto. La prima riguarda un ragazzo di nazionalità senegalese, che avrebbe strappato dalle mani di un turista norvegese il telefono cellulare; la seconda denuncia è scattata nei confronti di due giovani di Ercolano, in Campania, fermati dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile dopo un furto avvenuto vicino alla discoteca Praja. I due avevano rubato due collane d’oro dal collo di due turisti. I militari li hanno trovati in possesso di altre sei collane, per un valore stimato di circa 4.000 euro. Altri piccoli furti sono avvenuti fra Sannicola, la frazione di San Simone e Copertino. 

Controlli anche sul web. Due uomini - del 1945 e del 2001, siciliano il primo, campano il secondo - sono stati denunciati per truffa: avrebbero messo in vendita rispettivamente alcuni telefoni cellulari ed una biciletta, ma dopo aver ricevuto il denaro sulle proprie carte post pay, non avrebbero mai inviato agli acquirenti la merce comprata. 

Ultimo aggiornamento: 5 Agosto, 08:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA