CORONAVIRUS

Gianluca si spegne a 48 anni al San Raffaele: combatteva da marzo contro il coronavirus. Lascia un figlio piccolo

Giovedì 13 Agosto 2020
Ripatransone, Gianluca si spegne a 48 anni al San Raffaele: combatteva da marzo contro il coronavirus. Lascia un figlio piccolo

RIPATRANSONE - Da marzo era ricoverato in terapia intensiva all’ospedale San Raffaele di Milano dopo aver contratto il coronavirus. E’ stata una battaglia lunghissima quella di Gianluca Moscardelli, 48 anni, originario di Ripatransone, che era in terapia intensiva.

LEGGI ANCHE:
Coronavirus, ancora allarme per i contagi di rientro: 11 nuovi positivi nelle Marche/ I tamponi in tutta Italia

Rientri dalle ferie in Croazia, Grecia, Spagna e Malta? Tampone o test, altrimenti resti fuori dalle Marche

Una battaglia che, purtroppo, non è riuscito a vincere. Moscardelli, da molti anni si era trasferito per lavoro a Milano. Lascia la moglie Daniela ed un figlio piccolo.
 
Per la sua famiglia, proprio a Milano, si era attivata una macchina di solidarietà da parte di un piccolo esercito di amici che hanno cercato di sostenere la moglie e il figlio durante il lungo ricovero. Il quarantottenne, la cui famiglia è originaria di Ripatransone, era nato e cresciuto nel centro piceno dove tornava insieme alla sua famiglia quando il lavoro glielo permetteva. A dare la notizia del decesso, a Ripatransone, sono stati gli stessi familiari di Moscardelli attraverso dei manifesti funebri con i quali hanno ricordato la scomparsa del loro caro.

Ultimo aggiornamento: 14 Agosto, 07:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA