Costringe la moglie a dormire per terra perché russa: 58enne denunciato e condannato

L'uomo per anni ha sottoposto la moglie ad abusi e violenze fisiche e verbali

Venerdì 8 Ottobre 2021
Costringe la moglie a dormire per terra perché russa: 58enne denunciato e condannato

Ha costretto la moglie a dormire in terra per 3 anni perché russava. Dopo anni di abusi però la donna di Chieti, in Abruzzo, ha trovato il coraggio di denunciare il marito e separarsi da lui. Purtroppo le violenze non si limitavano solo al dormire in terra, la moglie era infatti vittima di violenze continue, verbali e fisiche.

 

Leggi anche > Carabiniere ucciso, morto in casa l'unico testimone dell'omicidio di Cerciello Rega

 

Come riporta Il Centro, dalle indagini è emerso che la donna era vittima di un rapporto malato in cui il marito la sottoponeva a continue vessazioni, un matrimonio improntato alla unilaterale sopraffazione morale e materiale dove il 58enne spesso offendeva e denigrava la moglie privandola della sua stessa dignità. La donna aveva provato anche a chiedere la separazione, ma questo non ha fatto altro che far aumentare le violenze.

 

Se tornava tardi dal lavoro veniva picchiata, offesa perché non preparava la cena. Quando la donna chiese la separazione il marito con la sua vettura le distrusse l'automobile, fino a costringerla poi anche a dormire in terra. Dopo anni di violenze, finalmente la moglie ha trovato il coraggio di raccontare e denunciare, supportata anche dalla figlia che in più occasioni aveva non solo assistito alle violenze ma le aveva anche filmate con il suo telefono. Il 58enne ha però patteggiato due anni con sospensione della pena. 

Ultimo aggiornamento: 13:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA