CORONAVIRUS

Covid, 8 milioni gli italiani over 12 senza vaccino. Iss: 3 regioni a rischio moderato, ma calano i casi

Venerdì 15 Ottobre 2021
Covid, 8 milioni gli italiani over 12 senza vaccino. Iss: 3 regioni a rischio moderato, ma calano i casi

Sono quasi otto milioni gli italiani over 12 senza vaccino. Il dato emerge dal report settimanale della struttura del commissario Francesco Figliuolo7.958.368, per la precisione, gli italiani over 12 ancora senza alcuna dose di vaccino anti-Covid. Rispetto ad una settimana fa, si sono registrate circa 400mila prime somministrazioni. Gli over 50 privi di copertura contro il Coronavirus sono 2.868.666, pari al 10,3% della popolazione complessiva di questa fascia d'età. Il dato emerge dal report settimanale della struttura del commissario Francesco Figliuolo.

 

Green Pass a lavoro, proteste e disagi nei porti di Genova e Trieste

Green pass, il consigliere regionale Barillari occupa il suo ufficio: «Sono entrato senza tampone»

 

Covid, in diminuzione i nuovi casi

È in diminuzione il numero di nuovi casi di Covid-19 non associati a catene di trasmissione (4.551 contro i 5.903 della settimana precedente). La percentuale dei casi rilevati attraverso l'attività di tracciamento dei contatti è invece in lieve aumento (34% contro il 33% la scorsa settimana). E' stabile la percentuale dei casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (47% vs 47%). È quanto emerge dalla bozza del monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute all'esame della Cabina di regia, che rileva anche come la variante Delta rappresenti la quasi totalità dei casi in Italia. Questa variante, si sottolinea, è anche dominante nell'intera Unione Europea ed è associata ad una maggiore trasmissibilità. Pertanto, si raccomanda una più elevata copertura vaccinale, il completamento dei cicli di vaccinazione e il mantenimento di una elevata risposta immunitaria, in particolare nelle categorie a rischio, come strumenti principali per prevenire ulteriori recrudescenze di episodi di aumentata circolazione del virus sostenuta da varianti emergenti. Si sottolinea inoltre la necessità di realizzare un capillare tracciamento e contenimento dei casi, di mantenere elevata l'attenzione ed applicare e rispettare misure e comportamenti per limitare l'ulteriore aumento della circolazione virale.

 

Influenza, primi casi: identificato virus in due bambini a Varese e Torino. Dal 18 via alla sorveglianza

 

In lieve diminuzione anche il tasso di occupazione in terapia intensiva al 3,8 per cento (rilevazione giornaliera ministero della Salute). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale diminuisce al 4,3 per cento. Al momento sono 3 le Regioni/Province autonome che risultano classificate a rischio moderato, secondo il dm del 30 aprile 2020. Si tratta di Marche, Molise e Valle D'Aosta. Le restanti Regioni/Province autonome risultano classificate a rischio basso.

Ultimo aggiornamento: 17 Ottobre, 10:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA