Covid Italia, bollettino oggi 13 ottobre 2020: 5.901 nuovi casi, 41 morti. Balzo di ricoveri in terapia intensiva

Martedì 13 Ottobre 2020
Covid Italia, bollettino oggi 13 ottobre 2020: 5.901 nuovi casi, 41 morti. Balzo di ricoveri in terapia intensiva

La situazione Covid in Italia in base al bollettino del 13 ottobre 2020. I nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore sono 5.901, 41 i morti. Schizza l'aumento dei pazienti ricoverati in terapia intensiva: in sole 24 ore ci sono 62 pazienti in più in rianimazione per un totale di 514 (ieri erano 452). Dal bollettino del ministero della Salute emerge anche che è stata superata la soglia dei 5mila ricoverati nei reparti ordinari: sono 5.076, 255 più di ieri. Gli attualmente positivi sono 87.193, con un incremento rispetto a domenica di 4.429: di questi 81.603 sono in isolamento domiciliare (+4.112). I dimessi e guariti, infine, sono 242.028, con un incremento di 1.428.

 

CLICCA QUI per scaricare il bollettino in Pdf

 

 

 

 

 

Campania, 635 casi e 6 morti

Sono 635 i nuovi casi di coronavirus emersi oggi in Campania dall'analisi di 7.720 tamponi. Il totale dei deceduti in Campania dall'inizio dell'emergenza sale a 19.827, mentre sono 697.829 i tamponi complessivamente esaminati. L'Unità di crisi della Regione Campania informa che sono 6 i decessi legati al coronavirus avvenuti negli ultimi 3 giorni ma registrati solo oggi: il totale dei deceduti in Campania dall'inizio dell'emergenza è 485. Sono 77 i nuovi guariti: il totale dei guariti è 7.564.

 

Veneto, 485 casi e 7 morti

 

Nelle ultime 24 ore il Veneto ha registrato 485 contagi Covid in più, e 7 vittime. Lo afferma il bollettoino della Regione. Non accenna a rallentare quindi la nuova fiammata di infezioni nella regione, che conta un bilancio complessivo di 32.316 positivi dall'inizio dell'epidemia. I morti (tra ospedali e case di riposo) salgono a 2.226 (+7). Sale anche il dato degli attualmente positivi, 6.655 (+366), e riprendono a correre i numeri dei ricoveri nei normali reparti ospedalieri, 362 (+23), e nelle terapie intensive, 41 (+4). Con la ricerca dei contatti per i nuovi focolai aumentano anche i soggetti in isolamento domiciliare, 11.683 (+664), dei quali 3.705 positivi. 

 

Toscana, 480 casi e un morto

 

Sono 480 i nuovi casi di Coronavirus in Toscana, età media 45 anni. Nelle ultime 24 ore registrato anche un nuovo decesso, un 97enne ad Arezzo. Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione civile nazionale - relativi all'andamento dell'epidemia diffusi dalla Regione Toscana. In totale da inizio pandemia sono a oggi 19.106 i casi di positività al Coronavirus in Toscana. I 480 nuovi casi sono il 2,6% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,6% e raggiungono quota 11.008 (57,6% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 856.638, 8.172 in più rispetto a ieri quando erano stati di più, 8.958 (e il giorno precedente ancora 11.394): in totale sono 5.395 i soggetti testati, esclusi i tamponi di controllo, di cui l'8,9% è risultato positivo.

 

Gli attualmente positivi sono oggi 6.917, +6,3% rispetto a ieri. I ricoverati nei posti Covid sono 262 (17 in più rispetto a ieri), di cui 44 in terapia intensiva (4 in più). Riguardo ai decessi sono 1.181 i deceduti dall'inizio dell'epidemia. Complessivamente, ci sono poi 6.655 persone in isolamento a casa poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi (396 in più rispetto a ieri, più 6,3%). Sono 14.484 (1.676 in più rispetto a ieri, più 13,1%) le persone, anche loro isolate, in sorveglianza attiva, perché hanno avuto contatti con persone contagiate.

 

Emilia Romagna, 341 casi e 2 morti

 

Sono 341 i nuovi casi di positività registrati nelle ultime 24 ore in Emilia-Romagna, 158 dei quali asintomatici. Per individuarli sono stati fatti 13.344 tamponi. Si contano due decessi, un uomo di 82 anni in provincia di Bologna e uno di 79 anni in provincia di Ferrara. Il numero totale sale dunque a 4.498. Ma, come capita da qualche giorno, a preoccupare in maniera particolare è l'aumento dei ricoveri: sono 31, sei in più di ieri, quelli in terapia intensiva e 323, con un aumento di 39 in un giorno, negli altri reparti Covid. Per quanto riguarda la situazione nelle province, i numeri più elevati si registrano in quelle di Bologna (69), Modena (61) e Parma (58).

 

Sardegna, 157 casi e 2 morti

Cresce ancora il numero dei contagi da Covid 19 in Sardegna e aumentabili numero dei morti: oggi i decessi segnalati dall'Unità di crisi regionale sono due, una donna di 92 anni e un uomo di 67. I nuovi casi sono 157, 2.466 i tamponi in più eseguiti. I pazienti ricoverati sono 164, in ulteriore aumento quelli in terapia intensiva, ora saliti a 26. Le persone in isolamento domiciliare sono 2.710, 161 quelle guarite. Dei 5.295 casi positivi complessivamente accertati, 832 (+38) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 668 (+36) nel Sud Sardegna, 410 (+11) a Oristano, 788 (+36) a Nuoro, 2.597 (+36) a Sassari.

 

 

Puglia, 180 casi e 2 morti

 

Oggi in Puglia si registra un aumento dei nuovi casi positivi al Covid-19. Sono 180 rispetto ai 136 di ieri, in presenza, però, di un aumento notevole e record dei test, 5.588, cifra mai raggiunta prima, rispetto agli appena 2.433 di ieri. Sono stati rilevati anche due decessi: 1 in provincia di Bari e l'altro in provincia di Taranto. Ieri erano stati ben 6 i morti. I dati sono stati stilati nel bollettino epidemiologico quotidiano reso noto dalla Regione, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro. Dei 180 positivi, 92 si riferiscono alla provincia di Bari, 1 alla provincia di Brindisi, 18 alla provincia Bat, 40 alla provincia di Foggia, 7 alla provincia di Lecce, 18 alla provincia di Taranto, 2 casi con provincia di residenza non nota, 2 casi fuori regione. Il numero di decessi complessivo è arrivato a 616. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 461.971 test. Sono 5.235 i pazienti guariti (+93 rispetto a ieri, una cifra notevole) e 3.998 i casi attualmente positivi (+85), dei quali 333 ricoverati in ospedale (+7) e 3665 a domicilio (+78). Degli attuali positivi, lo 0,6% si trova ricoverato nelle terapie intensive e il 7,8% negli altri reparti.   Il totale dei casi positivi Covid in Puglia dall'inizio dell'emergenza è di 9.849, così suddivisi: 3.995 nella provincia di Bari; 914 nella provincia di Bat; 804 nella provincia di Brindisi; 2.407 nella provincia di Foggia; 900 nella provincia di Lecce; 748 nella provincia di Taranto;77 attribuiti a residenti fuori regione; 4 provincia di residenza non nota.I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

 

Sicilia, 334 casi e 2 morti

Sono 334 oggi i casi in più positivi al Coronavirus in Sicilia. Il dato è riportato dal bollettino del Ministero della Salute. Attualmente sono 4877 i positivi nell'isola, su un totale dall'inizio della pandemia di 9926 casi. Oggi si registrano due nuovi decessi mentre sono 137 i pazienti guariti o dimessi.

 

 

 

Abruzzo, 146

 

Sono 146 i nuovi casi di coronavirus accertati in Abruzzo nelle ultime ore. Si tratta del dato più alto dopo il record regionale di 160 casi registrati lo scorso 29 marzo. Sono emersi da un numero record di tamponi: 2.877. Aumentano rapidamente i ricoveri e le terapie intensive. Dei casi recenti, 46 riguardano la provincia dell'Aquila, 40 il Teramano, 37 il Chietino, 17 il Pescarese e quattro persone residenti fuori regione, mentre per due sono in corso verifiche sulla provenienza. I nuovi pazienti hanno età compresa tra i 3 e i 96 anni.

 

I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 27: 7 in provincia dell'Aquila, uno in provincia di Pescara, 6 in provincia di Chieti e 13 in provincia di Teramo. Gli attualmente positivi al virus sono 147 in più e salgono a quota 1.679: 146 pazienti (+9 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 15 (+4) in terapia intensiva, mentre gli altri 1518 (+134) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. I guariti sono 3.153 (-1). Non ci sono decessi recenti: il bilancio delle vittime è fermo a 488. Il totale regionale dei pazienti affetti da Covid-19 sale a 5.320.

 

Umbria, 136

 

Balzo avanti dei ricoverati Covid negli ospedali dell'Umbria, passati nell'ultimo giorno da 70 a 79, 11 dei quali in terapia intensiva (più due rispetto a ieri). È quanto riporta il sito della Regione. Nelle ultime 24 ore sono emersi altri 136 nuovi casi, 3.608 totali, a fronte di 3.035 tamponi analizzati che hanno portato anche 15 nuovi guariti. Non è stato segnalato alcun nuovo decesso, rimangono 90, e gli attualmente positivi salgono così a 1.496, ieri 1.375.

 

Calabria, 44

 

Sono 44, in flessione rispetto a ieri (-9), i nuovi casi di coronavirus in Calabria a fronte di un numero quasi doppio di tamponi processati nelle ultime 24 ore, 2.383 contro 1.228. I casi complessivi dall'inizio della pandemia salgono così 2.388 su 224.137 soggetti sottoposti a test ad oggi per un totale di 226.243 tamponi eseguiti. I casi attivi sono 798 (+25). Stabili i ricoverati in rianimazione (1) e a malattie infettive (42), mentre in isolamento domiciliare ci sono 755 persone (-25). I guariti sono 1.486 (+19) mentre le vittime sono 104. I casi confermati oggi sono suddivisi: Cosenza: 9 di cui 5 sono riconducibili ad un nuovo focolaio a Celico e 4 sono migranti di Amantea; Catanzaro 13; Reggio Calabria 22. Lo rende noto il bollettino della Regione Calabria. Territorialmente, dall'inizio dell'epidemia, i casi positivi sono distribuiti a: Catanzaro: casi attivi 84 (17 in reparto; 1 in terapia intensiva; 66 in isolamento domiciliare); casi chiusi 296 (262 guariti, 34 deceduti). Cosenza: casi attivi 152 (10 in reparto; 142 in isolamento domiciliare); casi chiusi 558 (522 guariti, 36 deceduti). Reggio Calabria: casi attivi 316 (15 in reparto; 301 in isolamento domiciliare); casi chiusi 377 (356 guariti, 21 deceduti). Crotone: casi attivi 7 (7 in isolamento domiciliare); casi chiusi 146 (140 guariti, 6 deceduti). Vibo Valentia: casi attivi 27 (27 in isolamento domiciliare); casi chiusi 101 (95 guariti, 6 deceduti). Altra Regione o stato Estero: casi attivi 212 (212 in isolamento domiciliare); casi chiusi 112 (111 guariti, 1 deceduto). Dall'ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza su territorio regionale sono in totale 789.

 

 

Basilicata, due morti in 24 ore

 

Erano ospiti di due case di riposo, a Marsicovetere e Brienza (Potenza), le due persone morte nelle ultime ore a causa del coronavirus in Basilicata, dove il numero delle vittime dall'inizio dell'epidemia è salito a 37. Nel quotidiano bollettino di aggiornamento diffuso dalla task force regionale, è inoltre segnalato che ieri sono stati riscontrati otto casi positivi su 1.201 tamponi analizzati. Inoltre si sono registrate anche quattro guarigioni. Attualmente, le persone residenti in Basilicata positive sono 401 e 34 quelle ricoverate negli ospedali di Potenza e di Matera (nessuna in terapia intensiva). Dall'inizio dell'emergenza sanitaria in Basilicata 455 persone sono guarite e sono stati esaminati 83.481 tamponi, 82.398 dei quali sono risultati negativi. 

 

Ultimo aggiornamento: 14 Ottobre, 11:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA