Covid Italia, bollettino ieri 5 novembre 2020: 34.505 nuovi casi, 445 morti, mai così tanti da fine aprile

Giovedì 5 Novembre 2020
Covid Italia, bollettino oggi 5 novembre 2020: 34.505 nuovi casi, 445 morti, mai così tanti da fine aprile

La situazione Covid in Italia in base al bollettino del 5 novembre 2020. I nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore sono 34.500, i morti sono 445 (il totale ha raggiunto quota 40.192). Era dalla fine di aprile che non si registravano numeri simili. Gli attualmente positivi sono 472.348, 29.113 in più. I guariti sono in tutto 312.339 per un incremento pari a 4.961. Complessivamente sono 824.879 i contagiati, comprese vittime e guariti. Sono 219.884 i tamponi effettuati nelle ultime 24 ore, circa 8mila più del giorno prima, con un rapporto positivi/tamponi al 15,69%, un punto più di ieri.

CLICCA QUI per scaricare il bollettino in Pdf

Sono 2.391 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 99 più di ieri. Secondo i dati del ministero della Salute sono 472.348 gli attualmente positivi, 29.113 più di ieri. Di questi 23.256 sono ricoverati nei reparti ordinari (+1.140 più di ieri) e 446.701 in isolamento domiciliare, con un incremento di 27.874 nelle ultime 24 ore. I dimessi e i guariti, infine, sono complessivamente 312.339, 4.961 più di ieri.

A livello regionale, è ancora una volta la Lombardia a far segnare il maggior incremento, con 8.822 casi. Seguono Campania (+3.888), Veneto (3.264), Piemonte (3.171). Oltre i duemila casi ci sono invece Lazio (2.735), Toscana (2.273) ed Emilia Romagna (2.180).

Rezza (Iss): il virus corre ancora

 

«L'aggiornamento sui dati di oggi non va bene, con 34.500 casi, non è un buon segnale anche perché la percentuale di tamponi positivi supera il 10%. Anche i decessi 445, sono molti. Circa 220 mila tamponi, 99 in terapia intensiva. Nei giorni scorsi la situazione sembrava essersi stabilizzata pur tenendo conto della variabilita quotidiana ma il dato di oggi ci dice che sembra che globalmente ancora il virus corre e frenarlo è necessario», ha detto il direttore Prevenzione Gianni Rezza alla conferenza stampa del ministero della Salute.

Video

Lombardia, 8.822 casi e 139 morti

Con 41.544 tamponi eseguiti è di 8.822 il numero dei nuovi positivi registrati in Lombardia (percentuale del 21,2), dove nelle ultime 24 ore ci sono stati 139 morti, per un totale di 17.987 morti. Il numero di ricoverati in terapia intensiva è salito 522 (+15), negli altri reparti a 5.318 (+300). Per quanto riguarda le Province, i casi segnalati a Milano sono stati 3.654, di cui 1.367 in città; 973 a Varese, 898 a Monza, 703 a Brescia, 615 a Como, 578 a Pavia, 252 a Bergamo, 231 a Mantova, 197 a Cremona, 189 a Lecco, 173 a Lodi e 115 a Sondrio. (ANSA).

 

Campania, 3.888 casi e 17 morti

Sono 3.888 i nuovi casi di coronavirus emersi nelle ultime 24 ore in Campania dall'analisi di 19.568 tamponi. Dei 3.888 nuovi positivi, 210 sono sintomatici e 3.678 sono asintomatici. Il totale dei positivi è 73.501, mentre i tamponi complessivamente esaminati sono 1.051.304. Sono 17 i nuovi decessi legati al coronavirus: il totale dei decessi in Campania è 756. Sono 311 i nuovi guariti: il totale dei guariti in Campania dall'inizio dell'emergenza è 14.697.

Veneto,  3.264 i nuovi casi e 38 morti

Nuovo primato di contagi COVID-19 in Veneto in un solo giorno: nell'ultimo bollettino regionale sono 3.264 i nuovi casi positivi in 24 ore, per un dato complessivo di 68.795 contagi dall'inizio dell'epidemia. Balzo anche del numero delle vittime, 38 in più rispetto a ieri. Il totale dei morti dal 21 febbraio sale a 2.516. In crescita i ricoveri nei reparti non critici, 1.274 (+81) e nelle terapie intensive, 170 (+15).

Piemonte, 3.171 casi e 39 morti

Sono 39 i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall'Unità di Crisi della Regione Piemonte, di cui 9 verificatisi oggi.Il totale è ora di 4520 deceduti risultati positivi al virus,723 Alessandria, 281 Asti, 238 Biella, 435 Cuneo, 440 Novara, 1978 Torino, 245 Vercelli, 137 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 43 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte. I casi di persone finora risultate positive al Covid-19 in Piemonte sono 84.580(+ 3171 rispetto a ieri) di cui 1477 (46%) sono asintomatici e dei nuovi contagi, 1069 sono di screening, 699 contatti di caso, 1043 con indagine in corso, 255 in Rsa e Strutture Socio-Assistenziali, 357 in ambito scolastico e 2559 popolazione generale.

La suddivisione complessiva su base provinciale evidenzia 7720 Alessandria, 4041 Asti, 2730 Biella, 10.390 Cuneo, 6435 Novara, 46.389 Torino, 3050 Vercelli, 2370 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 564 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 891 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale. I ricoverati in terapia intensiva sono 249(+16 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 3698 (+173 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 40.027. I tamponi diagnostici finora processati sono 1.095.992 (+16.885 rispetto a ieri), di cui 603.246 risultati negativi.

Lazio, 2.735 nuovi casi e 35 morti

Sono 2.735 i nuovi casi nel Lazio a fronte di oltre 30 mila tamponi (3.671 in più rispetto a ieri) . Il dato dei nuovi contagi tiene conto di 309 ritardate notifiche. I decessi sono 35, i guariti 293. A Roma i nuovi casi sono 207, 23 i morti. Domani aprirà la nuova area di pronto soccorso dell’A.O. San Camillo di Roma. In arrivo altri 125 ventilatori da parte della struttura commissariale. Nella Asl Roma 1 sono 415 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano sei decessi di 72, 82, 83, 84, 91 e 93 anni con patologie. Nella Asl Roma 2 sono 402 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Centottantatre i casi individuati su segnalazione del medico di medicina generale. Si registrano nove decessi di 73, 74, 76, 77, 77, 79, 80, 82 e 94 con patologie. Nella Asl Roma 3 sono 390 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Otto sono ricoveri. Si registrano cinque decessi di 74, 75, 83, 84 e 85 anni con patologie.

 

 

Nella Asl Roma 4 sono 87 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre decessi di 79, 88 e 94 anni con patologie. Nella Asl Roma 5 sono 299 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 86 anni con patologie. Nella Asl Roma 6 sono 372 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Nelle province si registrano 770 casi e sono undici i decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono 130 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano sei decessi di 62, 74, 74, 77, 80 e 83 anni con patologie. Nella Asl di Frosinone si registrano 394 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registra un decesso di 72 anni con patologie. Nella Asl di Viterbo si registrano 196 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Un caso individuato in fase di pre-ospedalizzazione. Si registrano due decessi 71 e 78 anni con patologie. Nella Asl di Rieti si registrano 50 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano due decessi di 42 e 69 anni con patologie.

Toscana, 2.273 casi e 25 morti

Sono oggi 2.273 i nuovi positivi al Coronavirus in Toscana (1.814 identificati in corso di tracciamento e 459 da attività di screening) su un totale di 55.088 casi, registrati dall’inizio dell’epidemia. I nuovi casi sono il 4,3% in più rispetto al totale del giorno precedente. L'età media dei 2.273 casi odierni è di 47 anni circa (il 14% ha meno di 20 anni, il 23% tra 20 e 39 anni, il 34% tra 40 e 59 anni, il 20% tra 60 e 79 anni, il 9% ha 80 anni o più).

I guariti crescono dell’1,5% e raggiungono quota 16.136 (29,3% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.164.607, 16.374 in più rispetto a ieri. Sono 10.611 i soggetti testati (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 21,4% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 1.291 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 37.482, +5,6% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.589 (73 in più rispetto a ieri), di cui 202 in terapia intensiva (5 in più).

Oggi si registrano 25 nuovi decessi: 12 uomini e 13 donne con un'età media di 84 anni. Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 10 a Firenze, 1 a Prato, 3 a Pistoia, 3 a Massa Carrara, 4 a Pisa, 2 a Livorno, 2 a Arezzo.

 

 

Emilia Romagna, 2.180 casi e 13 morti

Nuovo record di contagi in Emilia-Romagna: nelle ultime 24 ore, a fronte di 20.332 tamponi, sono stati individuati 2.180 nuovi positivi, più della metà dei quali (1.156) sono asintomatici, individuati attraverso screening e contact tracing. Ci sono stati tredici nuovi morti. Anche se aumenta la percentuale delle persone che non richiedono cure ospedaliere o sono prive di sintomi (97,5%), aumentano anche i ricoveri: sono infatti 177, 16 in più di ieri, quelli in terapia intensiva e 1.588 negli altri reparti Covid (+34). I nuovi decessi, che portano il totale a 4.712, riguardano persone di età compresa fra i 71 e i 98 anni e sono quattro in provincia di Ferrara, tre a Reggio Emilia e Modena, uno a Parma, uno a Bologna, Parma e Piacenza. La provincia con il maggior numero di contagi è Bologna con 599 nuovi casi, seguita da Modena con 332, poi Reggio Emilia (262), Ravenna (225), Piacenza (186), Rimini (151), Parma (140), Ferrara (120); seguono Imola (58), Cesena (54) e Forlì (53).

Puglia, 850 casi e 26 morti

Oggi in Puglia sono stati registrati 850 nuovi casi positivi al Coronavirus, a fronte di 7.543 test analizzati. I decessi, invece, sono 26. I nuovi casi sono stati rilevati 277 in provincia di Bari, 91 in provincia di Brindisi, 55 nella provincia Barletta-Andria-Trani, 273 in provincia di Foggia, 73 in provincia di Lecce, 79 in provincia di Taranto, 1 attribuito a residente fuori regione, 1 caso di provincia di residenza non nota. I decessi sono avvenuti 9 in provincia di Bari, 7 nella BAT, 9 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Taranto. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 586.802 test; 7.323 sono i pazienti guariti; 14.823 sono i casi attualmente positivi.

 

 

Marche, 698 

Sono 698 i positivi al covid rilevati nelle Marche nelle ultime 24 pari al 30% dei 2.248 tamponi testati nel percorso nuove diagnosi, e pari al 20,8% del totale dei 3.349 tamponi che comprendono anche 1.001 del percorso guariti. Secondo i dati del Servizio Sanità della Regione Marche, la provincia di Ancona è la più colpita con 212 casi, seguita da Ascoli Piceno (157), Fermo (131), Macerata (101), Pesaro Urbino (79), e 18 da fuori regione. I nuovi casi comprendono 101 soggetti sintomatici, contatti in setting domestico (155), contatti stretti di casi positivi (197), contatti in setting lavorativo (30), 6 rientri dall'estero (Romania, Marocco, Perù, Bangladesh), contatti in ambienti di vita/divertimento (42), contatti in setting assistenziale (8), contatti in setting scolastico/formativo (29), screening percorso sanitario (9). Per altri 121 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche.

Abruzzo, 571 nuovi casi e 9 morti

Sono 571 i nuovi casi di coronavirus accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Sono emersi dall'analisi di 3.616 tamponi: è risultato positivo il 15,79% dei campioni analizzati. ll totale regionale sale a 13.114. Si registrano nove decessi recenti: il bilancio delle vittime sale a 577. Gli attualmente positivi sono più di ottomila e aumentano i ricoveri. Dei nuovi casi, 265, cioè il 47,46%, sono riferiti a tracciamenti di focolai già noti. Il positivo più giovane ha dieci mesi, mentre il più anziano ha 101 anni. Sono 81 quelli con meno di 19 anni: 14 in provincia dell'Aquila, quattro in provincia di Pescara, quattro in provincia di Chieti e 59 in provincia di Teramo. I nove decessi recenti riguardano persone di età compresa tra 64 e 100 anni: quattro in provincia dell'Aquila, due in provincia di Pescara, due in provincia di Chieti e uno in provincia di Teramo.

 

 

Friuli Venezia Giulia, 546 nuovi casi e 9 morti

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 546 nuovi contagi da covid 19, a fronte di 5.033 tamponi eseguiti; sono nove i decessi registrati. Lo ha comunicato il vicegovernatore del Fvg con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Le persone risultate positive al virus in regione dall'inizio della pandemia ammontano in tutto a 12.810, di cui: 4.117 a Trieste, 4.846 a Udine, 2.359 a Pordenone e 1.345 a Gorizia, alle quali si aggiungono 143 persone da fuori regione. I casi attuali di infezione sono 6.462. Salgono a 44 (4 più di ieri) i pazienti in cura in terapia intensiva e a 268 (+53) i ricoverati in altri reparti. I decessi complessivamente ammontano a 423, con la seguente suddivisione territoriale: 217 a Trieste, 101 a Udine, 94 a Pordenone e 11 a Gorizia. I totalmente guariti sono 5.925, i clinicamente guariti 83 e le persone in isolamento 6.067.

Sardegna, 413 casi e 6 morti

Sono 11.053 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza. Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale si registrano 413 nuovi casi e 6 vittime (247 in tutto): tre residenti nel nord Sardegna, due uomini e una donna rispettivamente di 63, 81 e 87 anni, due uomini della provincia del Sud Sardegna, di 84 e 94 anni, e un ottantenne di Cagliari. In totale sono stati eseguiti 282.377 tamponi con un incremento di 4.036 test. Sono invece 340 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale, 46 in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 6.982. Sul territorio, di 11.053 casi positivi complessivamente accertati, 2.264 (+61) sono stati rilevati a Cagliari, 1.763 (+58) nel Sud Sardegna, 966 (+68) a Oristano, 1.394 (+34) a Nuoro, 4.666 (+192) a Sassari.

Calabria, 359 nuovi casi e 4 morti

Nuovo aumento record di positivi al Covid nelle ultime 24 ore in Calabria alla vigilia dell'istituzione della zona rossa in vigore da domani. Sono 358, infatti, i nuovi contagi (96 più di ieri) ufficializzati nel Bollettino diffuso dal Dipartimento tutela della Salute della Regione, che riferisce anche di quattro decessi per un totale di 128 vittime dall'inizio della pandemia. Stabile il numero di pazienti ricoverati in rianimazione, 11. Quattro nuovi guariti. I casi attivi oggi sono 4.244, quelli da inizio pandemia 6.450. Ad oggi sono stati sottoposti a test 286.339 soggetti per un totale di 289.361 tamponi eseguiti di cui 279.889 risultati negativi. I casi confermati sono così suddivisi: Cosenza (85), Catanzaro (77), Crotone (4), Vibo Valentia (7), Reggio Calabria (185). I nuovi tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore sono 3.412 per un totale di 3.397 soggetti testati. A livello regionale, dall'inizio dell'epidemia, i casi positivi sono così distribuiti: Cosenza: Casi attivi 1.353 (89 in reparto, 4 in terapia intensiva e 1260 in isolamento domiciliare); Casi chiusi 666 (618 guariti e 48 deceduti); Catanzaro: Casi attivi 670 (48 in reparto, 5 in terapia intensiva e 617 in isolamento domiciliare); Casi chiusi 358 (319 guariti e 39 deceduti); Crotone: Casi attivi 162 (8 in reparto e 154 in isolamento domiciliare); Casi chiusi 161 (155 guariti e 6 deceduti); Vibo Valentia: Casi attivi 93 (7 ricoverati e 86 in isolamento domiciliare); Casi chiusi 125 (118 guariti e 7 deceduti); Reggio Calabria: Casi attivi 1.699 (65 in reparto, 2 in terapia intensiva e 1.632 in isolamento domiciliare); Casi chiusi 768 (741 guariti e 27 deceduti). Dall'ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 424.

Ultimo aggiornamento: 6 Novembre, 00:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA