Covid oggi in Italia, il bollettino: 3.794 contagi e 36 morti

Giovedì 21 Ottobre 2021
Covid, il bollettino: 3.794 nuovi casi e 36 morti

Il bollettino Covid in Italia di oggi, giovedì 21 ottobre 2021. Sono 3.794 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 3.702. Sono invece 36 le vittime in un giorno (ieri 33), mentre i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore sono 574.671 (ieri erano stati 485.613). Il tasso di positività è allo 0,66%, in calo rispetto allo 0,7% di ieri. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 356, uno in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite: il dato resta dunque stabile per il secondo giorno consecutivo. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute sono 22. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 2.439, rispetto a ieri sono 25 in meno.

Covid Lazio e Roma, il bollettino di oggi: 431 contagi (194 nella Capitale) e 6 morti. D'Amato: «Accelerare con la terza dose»

 

IL BOLLETTINO IN PDF 

Campania

Cresce per il secondo giorno consecutivo, in Campania, l'occupazione dei posti letto sul fronte del Covid: il bollettino dell'Unità di crisi segnala 23 pazienti ricoverati in intensiva (+2 rispetto a ieri) e 188 in degenza (+5). Due giorni fa i pazienti in intensiva erano 17. I nuovi positivi sono 355 su 25.245 test esaminati, con un tasso di incidenza all'1,40 contro l'1,71 del giorno prima. Due le nuove vittime, di cui una deceduta nelle ultime 48 ore.

Sardegna

Ci sono 24 nuovi casi di positività al Coronavirus in Sardegna, sulla base di 1636 persone testate e 4.176 tamponi processati, fra molecolari e antigenici. Si registra il decesso di una donna di 95 anni, residente nella Città Metropolitana di Cagliari. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 12 (+1 rispetto a ieri), sono 58 (-1) quelli in area medica. In isolamento domiciliare ci sono 1350 persone, 23 in meno rispetto a ieri.

Abruzzo

Sono 72 i nuovi casi di Covid-19 accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Sono emersi dall'analisi di 2.810 tamponi molecolari: è risultato positivo il 2,56% dei campioni. Il totale dei contagi dall'inizio dell'emergenza supera quota 82mila. A fronte di una riduzione complessiva dei ricoveri, che passano da 56 a 53, c'è un lieve aumento delle terapie intensive, che crescono di un'unità. Il tasso di occupazione dei posti letto sale al 3% per le rianimazioni ed è fermo al 4% per l'area medica, mentre l'incidenza settimanale dei contagi per centomila abitanti sale a 22. Si registra un decesso recente: il bilancio delle vittime sale a 2.558.

I nuovi positivi hanno età compresa tra 2 e 95 anni. Gli attualmente positivi sono 1.328 (+17): 48 pazienti (-4) sono ricoverati in ospedale in area medica e 5 (+1) sono in terapia intensiva, mentre gli altri 1.275 (+20) sono in isolamento domiciliare. I guariti sono 78.180 (+54). Il decesso recente riguarda una 85enne della provincia dell'Aquila. Degli 82.066 casi complessivamente accertati in Abruzzo, 20.982 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila (+24), 20.882 in provincia di Chieti (+30), 19.721 in provincia di Pescara (+6), 19.691 in provincia di Teramo (+6) e 670 fuori regione (invariato), mentre per 120 (+6) sono in corso verifiche sulla provenienza.

 

 

Lazio 

Oggi nel Lazio su 11968 tamponi molecolari e 21328 tamponi antigenici per un totale di 33296 tamponi, si registrano 431 nuovi casi positivi (+50), 6 i decessi (+2), 313 i ricoverati (-1), 50 le terapie intensive (+2) e 305 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 1,2%. I casi a Roma città sono a quota 194. Necessario accelerare la somministrazione della terza dose

Umbria

Sono 141 i nuovi casi di Covid registrati giovedì in Umbria. Lo ha reso noto l'assessore regionale alla Salute Luca Coletto rilevando comunque che 62 erano stati refertati il 19 ottobre e trasmessi oggi. I positivi da riferire ai tamponi dati mercoledì sono quindi 79 su 3.431 molecolari, ha specificato ancora l'assessore parlando di «un grande cluster familiare». «Dei 141 casi positivi comunicati oggi - ha detto Coletto - solo due risultano ricoverati, 89 soggetti non erano vaccinati, altri nove hanno ricevuto la prima dose, mentre a 43 era stato somministrato il ciclo completo».

«Alla luce di questi dati - ha spiegato l'assessore - è stato chiesto al Nucleo epidemiologico regionale di condurre un'analisi approfondita sui dati stratificati per territorio e per tipologia di target in modo da definire la provenienza e la circolazione virale. Ciò è utile in particolare in questa situazione in cui ci troviamo di fronte ad un grande cluster familiare con alcuni soggetti provenienti da fuori regione con i quali si sono riuniti nei giorni scorsi». La Regione ha annunciato che il Nucleo epidemiologico sta già analizzando la situazione anche per condividere con il Comitato tecnico scientifico le strategie d'intervento.

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 5.066 tamponi molecolari sono stati rilevati 132 nuovi contagi (tra cui 5 migranti o richiedenti asilo) con una percentuale di positività del 2,61%. Sono inoltre 20.719 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 17 casi (0,08%). Oggi si registrano 2 decessi (una donna di 69 anni di Trieste deceduta in ospedale e un uomo di 63 anni di San Vito al Tagliamento deceduto nel proprio domicilio); scendono a 6 le persone ricoverate in terapia intensiva mentre sono 54 i pazienti ospedalizzati in altri reparti. Lo comunica il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi. I decessi complessivamente ammontano a 3.841, con la seguente suddivisione territoriale: 837 a Trieste, 2.026 a Udine, 681 a Pordenone e 297 a Gorizia. I totalmente guariti sono 110.343, i clinicamente guariti 31 e 989 le persone in isolamento.

Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 115.264 persone (il totale dei casi positivi è stato ridotto di 2 unità in seguito a un test antigenico non confermato da tampone molecolare e a un test positivo rimosso in seguito alla revisione del caso) con la seguente suddivisione territoriale: 23.910 a Trieste, 52.851 a Udine, 23.089 a Pordenone, 13.807 a Gorizia e 1.607 da fuori regione. Per quanto riguarda il Sistema sanitario regionale sono state rilevate le positività di: un infermiere dell'Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontina; 2 infermieri dell'Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale; un infermiere dell'Irccs Burlo Garofolo di Trieste e un medico del Centro di riferimento oncologico di Aviano. Relativamente alle strutture residenziali per anziani non si registrano casi di Covid-19 tra gli operatori, mentre è stato rilevato un contagio tra gli ospiti nell'area di Gorizia.

 

Puglia

Sono 167 i nuovi casi di coronavirus rilevati oggi in Puglia su 21.387 test giornalieri eseguiti (con una incidenza dello 0,78%). Una persona è morta. I nuovi casi per provincia sono: Bari: 37;Bat: 14; Brindisi: 19; Foggia: 35; Lecce: 20; Taranto: 39; e quattro in provincia da definire. Le persone attualmente positive sono 2.063. Di queste 132 sono ricoverate in area non critica e 19 in terapia intensiva.

Toscana 

In Toscana sono 286.669 i casi di positività al Coronavirus, 277 in più rispetto a ieri (267 confermati con tampone molecolare e 10 da test rapido antigenico). L'età media dei nuovi contagiatyi è 44 anni circa: 22% ha meno di 20 anni, 19% tra 20 e 39 anni, 28% tra 40 e 59 anni, 24% tra 60 e 79 anni, 7% ha 80 anni o più. Purtroppo si registrano altri 3 decessi - 2 uomini e una donna con un'età media di 87 anni, residenti nelle province di Firenze, Prato e Lucca - che portano il totale a 7.242. Pressocchè stabile il numero dei ricoverati: sono 232, 1 in meno rispetto a ieri, di cui 22 in terapia intensiva (stabili).

Questi alcuni dei dati diffusi dalla Regione. I guariti crescono dello 0,1% e raggiungono quota 274.357 (95,7% dei casi totali). Gli attualmente positivi sono oggi 5.070, -1,1% rispetto a ieri. Complessivamente, 4.838 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (53 in meno rispetto a ieri, meno 1,1%). Sono 13.534 (156 in più rispetto a ieri, più 1,2%) le persone, anch'esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate. Riguardo alle singole province, Firenze registra 85 casi in più rispetto a ieri, Prato 18, Pistoia 28, Massa Carrara 23, Lucca 28, Pisa 26, Livorno 15, Arezzo 16, Siena 24, Grosseto 14.

Piemonte 

L'Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 267 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 119 dopo test antigenico), pari allo 0,5% di 54.942 tamponi eseguiti, di cui 49.564 antigenici. Dei 267 nuovi casi, gli asintomatici sono 162 (60,7%). I casi sono  143 di screening, 87 contatti di caso, 37 con indagine in corso. Il totale dei casi positivi diventa quindi 386.712, di cui 31.825 Alessandria, 18.487 Asti, 12.188 Biella, 55.726 Cuneo, 29.996 Novara, 205.943 Torino, 14.392 Vercelli, 13.761 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 1.596 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 2.798 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale

 

 

Veneto 

La curva Covid si è stabilizzata in Veneto su una quota leggermente più alta negli ultimi giorni: i contagi sono stati 446 nelle ultime 24 (ieri erano stati 455) . Si contano anche 4 vittime in più Lo riferisce il bollettino della Regione. Il numero complessivo degli infetti da inizio dell«epidemia sale a 476.039, quello delle vittime a 11.814. Varia di poco il dato dei soggetti attualmente positivi, 8.965 (+97), mentre scende il numero dei ricoveri nelle aree non critiche: oggi vi sono 196 malati Covid (-6), mentre sale a 33 (+1) quello dei pazienti in terapia intensiva.

Basilicata 

In Basilicata sono 16 i nuovi casi di contagio da Sars Cov-2 (15 riguardano residenti), su un totale di 564 tamponi molecolari, e si registra 1 decesso per Covid-19. Sono i dati del bollettino regionale della task force riferito alle ultime 24 ore. La persona deceduta risiedeva a Montalbano Jonico. I lucani guariti o negativizzati sono 33. I ricoverati negli ospedali di Potenza e di Matera sono 24 (+2) di cui nessuno in terapia intensiva mentre gli attuali positivi residenti in Basilicata sono in tutto 910 (-19). Per la vaccinazione, sono state effettuate 1.126 somministrazioni ieri. Finora 430.522 lucani hanno ricevuto la prima dose del vaccino (77,8 per cento del totale della popolazione residente), 389.280 hanno completato il ciclo vaccinale (70,4 per cento) e 3.151 sono le terze dosi, per un totale di 822.953 somministrazioni effettuate.

Valle d'Aosta

Nessun decesso e due nuovi casi positivi al Covid 19 in Valle d'Aosta. Il totale delle persone che da inizio emergenza ad oggi hanno contratto il virus sale, pertanto, a 12.263. I positivi attuali sono 98, di cui 95 in isolamento domiciliare e tre ricoverati in ospedale. I guariti complessivi sono 11.691, +5 rispetto a ieri, i casi testati sono 90.655 mentre i tamponi effettuati sono 211.722. I decessi di persone risultate positive al virus da inizio emergenza ad oggi sono 474.

Emilia-Romagna

Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 428.776 casi di positività, 294 in più rispetto a ieri, su un totale di 30.310 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dell'1%. Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 6.747.665 dosi; sul totale, sono 3.427.801 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Prosegue l'attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 84 sono asintomatici individuati nell'ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 142 erano già in isolamento al momento dell'esecuzione del tampone, 201 sono stati individuati all'interno di focolai già noti.

L'età media dei nuovi positivi di oggi è 40,6 anni.Degli 84 asintomatici, 62 sono stati individuati grazie all'attività di contact tracing, 2 con lo screening sierologico, 11 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 2 tramite i test pre-ricovero. Per 7 casi è ancora in corso l'indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province vede Ravenna con 67 nuovi casi, seguita da Bologna (56) e Rimini (27); poi Reggio Emilia (26), Parma (22), Cesena (19). Quindi, Modena e Forlì (entrambe con 18 nuovi casi), Piacenza (17), il Circondario Imolese (14), e infine Ferrara (10).Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all'andamento dell'epidemia in regione.Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 12.026 tamponi molecolari, per un totale di 6.053.082. A questi si aggiungono anche 18. 284 tamponi rapidi.

Marche 

Sono 100 i positivi al covid rilevati nelle Marche nelle ultime 24 ore, con un tasso di incidenza su 100mila abitanti che sale a 32,90 da 28,90. Nell'ultima giornata è stato segnalato un decesso, quello di una donna di 88 anni di Camerino, che fa salire il totale a 3.092. Secondo i dati del Servizio Salute, i ricoverati negli ospedali marchigiani sono 54 (-2 su ieri), di cui 10 in terapia intensiva (-2), mentre restano invariati quelli in semi intensiva, 14, e in aree non intensive, 30. Sono 4 i dimessi. La provincia con il maggior numero di nuovi contagi è Ancona, con 33, seguita da Pesaro Urbino con 23, da Macerata con 19, da Fermo con 11 e da Ascoli Piceno con 5, oltre a 9 casi fuori regione.

I 100 nuovi casi rappresentano una positività del 4,4% su 2.281 tamponi eseguiti del percorso diagnostico screening, su un totale di 2.895 test. Comprendono 20 soggetti sintomatici, 29 contatti stretti di casi positivi, 24 contatti domestici, 5 positivi in setting scolastico formativo, 3 contatti in setting lavorativo, 1 caso extra regione, mentre ci sono 18 casi in fase di approfondimento epidemiologico. Cinque le persone in osservazione nei pronto soccorso, 39 gli ospiti di strutture territoriali (la Rsa di Campofilone). I positivi alla data di oggi sono 1.993, di cui 1.939 in isolamento domiciliare, le persone in quarantena 3.035. I dimessi/guariti dall'inizio della pandemia salgono a 110.123.

 

Ultimo aggiornamento: 22 Ottobre, 00:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA