Covid Roma, a 17 anni viola isolamento e coprifuoco ed esce con l'auto della madre: «Mi stavo annoiando»

Giovedì 29 Ottobre 2020

Per il protocollo anti Covid sarebbe dovuto restare in isolamento fiduciario, ma la noia evidentemente era troppa e difficile da sconfiggere. Un 17enne romano, così, la scorsa notte ha ben pensato di uscire, violando ogni disposizione finalizzata ad arginare il contagio. Ad aggravare la situazione, anche la decisione, nonostante fosse minorenne, di usare l'auto della madre per una scorribanda notturna. La vettura però non è passata inosservata, sorpresa dai carabinieri della stazione Roma Eur ad effettuare una repentina inversione di marcia lungo viale Ponte della Musica, con lo scopo di dirigersi a grande velocità verso il raccordo anulare. 

Covid Roma, malati visitati in casa, allarme dei medici: «Uno su 4 è positivo»

È scattato a quel punto un lungo inseguimento, mentre alla centrale operativa era stato fornito il numero di targa dell'auto. Arrivati a Casalotti, il giovane era riuscito per un attimo a seminare i carabinieri, che tuttavia rintracciata la vettura avevano già raggiunto la sua residenza. È stato solo a quel punto che la madre, 45enne romana, è venuta a sapere della bravata del figlio. Quest'ultimo intanto aveva giustificato il proprio comportamento con un emblematico «mi stavo annoiando». Il mancato rispetto dell'alt, la guida senza patente e la violazione dei limiti di velocità, oltre all'allontanamento durante il coprifuoco e nonostante l'isolamento fiduciario, gli sono costati una sanzione amministrativa. 

Covid, torna l’incubo contagi per medici e infermieri: 5.032 positivi in 2 mesi

 

 

Ultimo aggiornamento: 19:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA