Covid, Iss: Rt a 0.96, settimana prossima sarà a 1.14: «Preludio a recrudescenza dell'epidemia»

Venerdì 29 Ottobre 2021
Covid, Iss: Rt a 0.96, settimana prossima sarà a 1.14: «Preludio a recrudescenza dell'epidemia»

Salgono con un deciso balzo in avanti l'incidenza settimanale dei casi di Covid e l'Rt, il tasso di trasmissibilità, in Italia. A livello nazionale l'incidenza arriva a 46 casi di Covid per 100.000 abitanti (22/10/2021 -28/10/2021) rispetto ai 34 della scorsa settimana. Nel periodo 6 ottobre - 19 ottobre 2021, l'Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,96 (range 0,83 - 1,16), appena al di sotto della soglia epidemica e in deciso aumento rispetto alla settimana precedente quando raggiungeva il valore di 0,86. Sono i dati del monitoraggio Covid settimanale Iss-Ministero della Salute all'esame della Cabina di regina.

Covid, ondata sull’Europa. In Italia salgono i ricoveri, picco a Trieste

Variante Delta, il vaccino riduce il contagio ma in casa uno su 4 si infetta lo stesso. Ecco perché

Secondo la proiezione della prossima settimana l'Rt supererà la soglia epidemica, con un ulteriore aumento dell'indice di trasmissibilità a 1,14 (1,13-1,16), calcolato su dati parzialmente completi e parzialmente imputati per l'ultima settimana. 

«Questo andamento va monitorato con estrema attenzione e, se confermato, potrebbe preludere ad una recrudescenza epidemica». È una delle conclusioni del monitoraggio. L'Rt accende una spia rossa questa settimana: «La trasmissibilità stimata sui casi sintomatici è in aumento - spiega l' Iss - e intorno alla soglia epidemica». Mentre «la trasmissibilità stimata sui casi con ricovero ospedaliero», l'Rt ospedaliero, è già «sopra la soglia epidemica».

Ricoveri in aumento

Salgono i ricoveri ordinari mentre restano stabili le terapie intensive. Lo rileva il report settimanale Iss-Ministero della Salute all'esame della cabina di regia. Il tasso di occupazione in terapia intensiva è stabile al 3,7% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 28/10). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale sale al 4,5% dal 4,2% della scorsa settimana.

 

Regioni a rischio moderato

Salgono da 4 a 18 le Regioni e le province autonome classificate a rischio moderato per la progressione dei casi di Covid. Le restanti 3 Regioni e province risultano classificate a rischio basso e sono Basilicata, Sardegna e Valle d'Aosta. Sono 13 invece quelle che riportano un'allerta di resilienza. Nessuna riporta molteplici allerte di resilienza.

 

Ultimo aggiornamento: 18:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA