Covid, Arcuri: «Occupazione delle terapie intensive al 15%»

Venerdì 23 Ottobre 2020

Su 6.628 posti di terapia intensiva oggi disponibili in Italia il 15% è occupato da pazienti Covid, percentuale che scende all'11% se si considerano anche gli ulteriori 1.660 posti letto attivabili con i ventilatori che sono già stati distribuiti alle regioni.

Lockdown, De Luca: «Chiudiamo tutto per 30-40 giorni, oggi record di 2.280 positivi. Non voglio vedere camion con le bare»

Il dato è contenuto nel report settimanale del Commissario straordinario per l'emergenza Domenico Arcuri dal quale emerge che la regione con la percentuale più alta di pazienti in terapia intensiva - rispetto ai posti a disposizione - è l'Umbria, che ha un tasso di occupazione al 27,85%. Subito dopo c'è la Campania (21,71%) e la Sardegna (20,69%). In Lombardia la percentuale è al 15,69% mentre il tasso più basso si registra in provincia di Trento, con l'1,96%.

Covid fuori controllo/ Il prezzo alto da pagare per gli eccessi dell’estate

Roma, caos ospedali: richiamati i rianimatori in pensione

Superata la soglia dei mille ricoveri per Covid nelle terapie intensive: secondo i dati del ministero della Salute ci sono nelle rianimazioni 1.049 pazienti, 57 in più rispetto a giovedì, mentre nei reparti ordinari i ricoverati sono saliti a 10.549, 855 in più rispetto a ieri. Complessivamente gli attualmente positivi sono 186.002, con un incremento di 16.700 in 24 ore, dei quali 174.404 sono in isolamento domiciliare (+15.788). L' aumento dei dimessi e i guariti, infine, è di 2.352 pazienti che portano il totale a 261.808.

 

Ultimo aggiornamento: 24 Ottobre, 11:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA