CORONAVIRUS

Covid, i carabinieri lo fermano a 150 km da casa. «Scusate, ma il medico mi ha detto di camminare»

Giovedì 21 Gennaio 2021 di Antonino Dolce
Covid, i carabinieri lo fermano a 150 km da casa. «Scusate, ma il medico mi ha detto di camminare»

 «Il medico ha detto che devo camminare tanto». E' questa la giustificazione che un uomo residente in Abruzzo ha presentato ai carabinieri che l'hanno fermato a ben 150 chilometri dalla propria abitazione, in Molise. L'improbabile maratoneta non solo ha violato il divieto di spostamento da un Comune all'altro, ma anche quello tra Regioni.

Coronavirus Italia, bollettino: oggi 14.078 contagi e 521 morti

L'uomo è stato infatti intercettato in un piccolo centro dell'Alto Molise dai carabinieri della compagnia di Agnone (provincia di Isernia). Bloccato dai militari in uniforme che gli hanno chiesto spiegazioni sulla sua presenza sul luogo, ha riferito che il proprio medico gli aveva prescritto di fare tanta attività motoria. L’originalità della scusa non ha permesso ovviamente all’uomo di evitare la sanzione amministrativa contestatagli dai Carabinieri. Così dovrà pagare ben 400 euro. Quanto all'alibi, non c'stato nemmeno bisogno di verificarlo. Né, del resto, l'uomo ha insistito più di tanto nel giustificare la presunta prescrizione medica.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 22 Gennaio, 13:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA