Catastrofe a Genova, Casalnuovo piange Gennaro: il camionista travolto mentre tornava da moglie e figli

di Lucia Allocca

  • 1096
CASALNUOVO - Lutto cittadino, ma nessun funerale di Stato per Gennaro Sarnataro, il camionista 43enne di Casalnuovo che ha perso la vita a Genova, tra le macerie del Ponte Morandi. Lo hanno deciso i familiari che vogliono salutarlo nella loro città, tra chi lo amava e lo ricorderà sempre come quell'uomo silenzioso, di poche parole, ma di animo nobile e di bontà infinita. La salma partirà da Genova questa mattina per raggiungere domani a Casalnuovo: l'addio a partire dalle 10 nella chiesa di Maria Santissima dell'Addolorata, frazione di Tavernanova.

«Sabato per la città di Casalnuovo sarà una giornata di preghiera - è il commento del sindaco di Casalnuovo Massimo Pelliccia -. Non ci sono parole per descrivere il dolore di questa famiglia, dell'intera comunità che si stringe tutta attorno a loro. Non si può perdere la vita così: Gennaro sarebbe dovuto tornare a casa per godersi qualche giorno di vacanza insieme alla sua famiglia e invece ha trovato tragicamente la morte». Dolore e tanta rabbia sono i sentimenti che si rincorrono in città. Una rabbia che molti hanno deciso di affidare ai social network lasciando commenti proprio sulla bacheca della vittima.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 17 Agosto 2018, 08:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP