Catastrofe a Genova, lo strazio del papà di Battiloro: «No ai funerali di Stato, mio figlio è stato ucciso»

ARTICOLI CORRELATI
di Rosa Palomba

3
  • 6707
Napoli-Genova. Anzi, Torre del Greco-Genova: il viaggio più antico. Il percorso del lavoro, del benessere. Per migliaia di marittimi lo scalo ligure è da sempre il porto dell'imbarco, degli attracchi magari prolungati di qualche giorno; quelli che consentono una corsa a casa, un saluto veloce alle famiglie prima di navigare verso un'altra parte del mondo. Torre del Greco-Genova, tragitto amico. Fino al 14 agosto. E invece adesso, quella vecchia rotta è la strada del dolore; la percorrono i familiari delle quattro giovani vittime del Vesuviano. Roberto Battiloro è il padre di Giovanni, che con Matteo Bertonati, Gerardo Esposito e Antonio Stazione, è rimasto ucciso dalle macerie del ponte Morandi. Trova qualche momento per reagire. È la prova di quanto sia potente la forza della disperazione. «Non disperderò questa sofferenza - dice - Dedicherò il resto della mia vita lottando affinché simili tragedie non accadano più».

Con i parenti degli altri ragazzi avete rifiutato i funerali di Stato. Perché?
«Non vogliamo cerimonie-farsa. I nostri figli non sono uno strumento per le passerelle pubbliche. Ce li riportiamo dove abbiamo saputo proteggerli. È tra chi li ha amati che riceveranno l'addio».

Dolore infinito e quanta rabbia?
«È il momento della sofferenza ma non siamo ciechi. Non sono in condizione di fare polemiche politiche ma che si tratti del governo attuale o di quelli precedenti, l'incuria e il disinteresse verso i cittadini sono evidenti. Adesso ci lascino piangere in privato».

Ci saranno denunce?
«Il nostro avvocato le ha già presentate».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 17 Agosto 2018, 08:00 - Ultimo aggiornamento: 17-08-2018 12:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-08-17 11:53:13
Giusta e condivisa decisione. Ho sempre visto la presenza di politici ai funerali dovuti a tragedie come passerella per loro tornaconto e falsa ed ipocrita partecipazione.
2018-08-20 11:34:22
Specie se ai funerali si danno ai selfi!
2018-08-17 09:55:55
Sono con voi. Ditemi quando ci saranno i funerali a T.d.G. Voglio esserci anch'io per i ragazzi e per voi familiari

QUICKMAP