Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Danilo Coppola, Cassazione conferma condanna a 7 anni: l'immobiliarista è latitante in Svizzera

Venerdì 1 Luglio 2022
Danilo Coppola, Cassazione conferma condanna a 7 anni: l'immobiliarista è latitante in Svizzera

La Cassazione ha confermato la condanna a sette anni di reclusione per bancarotta fraudolenta a carico dell'immobiliarista romano Danilo Coppola, latitante in Svizzera, come stabilito dalla Corte di Appello di Milano il 17 luglio 2020. Il verdetto era stato annullato con rinvio solo limitatamente alla rideterminazione della durata della pena accessoria dell'interdizione dai pubblici uffici.

Il crac per il quale Coppola è stato condannato in via definitiva è quello della società Parco Vittoria che doveva occuparsi del rilancio di una zona di Milano. Il verdetto emesso oggi dalla Quinta sezione penale della Suprema Corte è la prima condanna definitiva per Coppola.

Ultimo aggiornamento: 18:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA