CORONAVIRUS

Coronavirus, fase due al via: ecco le date di riapertura di tutti i settori. La bozza allo studio

Sabato 11 Aprile 2020
Giuseppe Conte

Coronavirus, Fase-2 al via: ecco le date di riapertura di tutti i settori. La bozza allo studio che parte da metà mese e arriva fino a settembre.
Circola questa ipotesi, una bozza iniziale di date su cui il Governo del premier Giuseppe Conte sta lavorando per trovare la soluzione migliore che compensi l'esigenza di riapertura delle attività con la sicurezza e la salute della cittadinanza. Ancora non ci sono certezze, ma sul tavolo dell'esecutivo ci sarebbe un piano di riaperture modulate e progressive per superare l'attuale lockdown prorogato al 3 maggio.

Coronavirus in Italia, tutti i dati aggiornati ad oggi su vittime e contagi
Code infinite al supermercato, arriva l'app per evitare le file: ecco come

Oggi il presidente Conte si è collegato in video conferenza con il comitato di esperti in materia economica e sociale, istituito ieri. "Nel breve periodo - si apprende da Palazzo Chigi - ha chiesto al comitato di individuare, in stretto raccordo con il comitato tecnico-scientifico, le modalità più efficaci e innovative per uscire gradualmente dal lockdown, favorendo la ripresa delle attività produttive, anche attraverso l’elaborazione di modelli organizzativi che consentano la riapertura di fabbriche e aziende nelle condizioni di massima sicurezza per i lavoratori. Il premier Conte ha quindi chiesto al comitato di elaborare proposte da offrire al Governo per il progressivo e graduale ritorno alla normalità con riguardo alle più generali relazioni di comunità. Occorrerà valutare, al riguardo, tutti i molteplici profili coinvolti, sociali, economici, psicologici, culturali. Il presidente Colao ha assicurato che sarà dato massimo impulso all’attività del comitato, in coerenza con l’esigenza, manifestata dal presidente Conte, di individuare soluzioni urgenti e efficaci".

IL CALENDARIO DI RIAPERTURA ALLO STUDIO DEL GOVERNO

Il 18 aprile possibile annucio della riapertura di alcune aziende agricole e industrie (non tutte).

Il 4 maggio finisce la fase 1, sarà di nuovo permessa la circolazione dei cittadini ma con obblighi precisi, come mascherine e distanza di sicurezza. Per quel giorno prevista la riapertura di alcune attività commerciali come negozi tessili, di arredamento e d’abbigliamento con ingressi scaglionati, file lunghe e prenotazioni (no all'apertura in questa fase dei centri commerciali).
 

 

11-12 Maggio: ipotesi di riapertura tribunali e uffici professionali.

18-25 Maggio: riapertura di altre attività di ristorazione con distanze da rispettare in modo rigoroso, possibile anche la riapertura estetisti, parrucchieri e barbieri con obbligo mascherina e ingressi singoli.

31 Maggio: ripartenza campionato di calcio e altri sport collettivi.

Giugno-luglio: riapertura centri sportivi ma solo per sport individuali o lezioni con basso assembramento. È l’inizio della fase 3.

Settembre: riapertura scuole superiori con divisione turni e lezioni online, ancora da decidere materne ed elementari. 

Nessuna decisione è ancora stata ufficializzata: per il momento vale il decreto annunciato il 10 aprile dal premier Conte che prolunga il lockdown fino al 3 maggio.

Ultimo aggiornamento: 12 Aprile, 10:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA