Davide Ferrerio, arrestate una ragazza e la madre per il pestaggio. «Hanno coperto l'aggressore»

Sono state riprese in un video a fianco di Nicola Passalacqua, il 22enne autore della violenza

Davide Ferrerio, arrestate una ragazza e la madre per il pestaggio. «Hanno coperto l'aggressore»
Davide Ferrerio, arrestate una ragazza e la madre per il pestaggio. «Hanno coperto l'aggressore»
Venerdì 11 Novembre 2022, 15:00 - Ultimo agg. 16:57
3 Minuti di Lettura

Fu aggredito con calci e pugni lo scorso 11 agosto, riducendolo in fin di vita mentre si trovava in vacanza a Crotone con la sua famiglia. Davide Ferrerio ora si trova in coma all'ospedale Maggiore di Bologna, la sua città, mentre la polizia ha arrestato a Crotone una donna, A.P., di 41 anni, che è stata condotta in carcere, e la figlia, M.A. di 17, portata in una casa protetta. Le due donne, accusate di concorso anomalo in tentato omicidio, sono gravemente indiziate di aver fornito un contributo attivo e consapevole all'aggressione subita dal giovane. Sarebbero state riprese in un video a fianco di Nicola Passalacqua, il 22enne autore della violenza

Davide Ferrerio in coma per sbaglio: il ragazzo aggredito a Crotone non era il vero obiettivo

Davide Ferrerio, ci fu uno scambio di persona

Uno scambio di persona. È stato questo l'elemento alla base dell'aggressione messa in atto, l'11 agosto scorso, ai danni di Davide Ferrerio, a causa dell'aggressione messa in atto ai suoi danni da Nicolò Passalacqua, che si trova in carcere dopo essere stato arrestato con l'accusa di tentato omicidio. Stamattina, tre mesi dopo i fatti, sono state arrestate, in esecuzione di due distinte ordinanze di custodia cautelare emesse dai gip del Tribunale dei minorenni di Catanzaro e del Tribunale di Crotone, su richiesta delle rispettive Procure della Repubblica, la diciassettenne coinvolta nella vicenda ed alla quale era interessato Passalacqua, e la madre della ragazza. Le indagini della Squadra mobile di Crotone hanno consentito di fare piena luce sull'episodio.

Dall'analisi delle immagini dei sistemi di videosorveglianza e dei cellulari delle persone coinvolte nella vicenda, oltre che dalle deposizioni delle persone informate sui fatti, è emerso, infatti, che Ferrerio e la persona che lo ha aggredito non si conoscevano neppure e che Passalacqua aveva incontrato causalmente il ventenne, colpendolo poi ripetutamente con una serie di pugni, ritenendo erroneamente che fosse lui la persona che, tramite social, aveva dato poco prima appuntamento alla ragazza cui era interessato e che è stata arrestata oggi insieme alla madre. Davide Ferrerio è diventato così la vittima incolpevole di un errore di persona provocato da chi aveva realmente dato appuntamento alla ragazza e che ha fatto in modo che la reazione di Passalacqua venisse messa in atto ai danni del ventenne bolognese e non contro di lui.

© RIPRODUZIONE RISERVATA