Davide Paitoni, l'ultima telefonata dopo aver ucciso il figlio: «Non aprite quell'armadio»

Domenica 2 Gennaio 2022
Davide Paitoni, l'ultima telefonata dopo aver ucciso il figlio: «Non aprite quell'armadio»

Davide Paitoni (non Paitone come emerso in un primo momento), ha lasciato un biglietto sul corpo senza vita del figlio Daniele, 7 anni, confessando il brutale delitto avvenuto in provincia di Varese. Poi ha avvisato con un messaggio vocale suo padre, dicendogli di aver fatto del male a suo figlio e di non aprire l'armadio della sua camera da letto, dove ha nascosto il corpo del bambino ucciso con un fendente alla gola.

 

Varese, uccide il figlio di 7 anni e accoltella la moglie. Il corpo del bimbo nascosto in un armadio

 

 

 

 

Il provvedimento di fermo è stato emesso dalla Procura di Varese in presenza di gravissimi indizi nei confronti dell'uomo, bloccato dai carabinieri dopo un inseguimento in auto durante il quale Paitoni ha tentato di speronare i militari. In macchina aveva coltello e cocaina.

 

Non c'era stata una denuncia diretta da parte della moglie, ma in base ad alcune segnalazioni da parte di altri era stato aperto un codice rosso per maltrattamenti in famiglia per Davide Paitoni, che ha ucciso il figlio Daniele di 7 anni e ha poi tentato di uccidere l'ex moglie nel Varesotto. I presunti maltrattamenti segnalati sarebbero cominciati nel 2019.

 

I FATTI

Davide Paitoni, 40 anni, ha ucciso il figlio Daniele di 7 anni, ieri sera, nella sua abitazione in provincia di Varese a Morazzone. Poi è andato a Gazzada, sempre nel Varesotto, e ha tentato di uccidere la ex moglie che era ospite dai suoi genitori e si è dato alla fuga. I carabinieri lo hanno fermato a Viggiù.

Ultimo aggiornamento: 3 Gennaio, 13:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA