Denise Pipitone, l'ex pm Angioni a Quarto Grado: «Ultime intercettazioni importanti, per me è viva»

Sabato 6 Novembre 2021
Denise Pipitone, l'ex pm Angioni a Quarto Grado: «Ultime intercettazioni importanti, per me è viva»

Sul caso Denise Pipitone, «le nuove cose emerse in questi mesi dalle intercettazioni siano molto importanti». Sono le parole dell'ex pm della procura di Marsala Maria Angione - attualmente indagata per dichiarazioni che non hanno trovato riscontri - che a "Quarto Grado" ha commentato le nuove intercettazioni sul caso della bambina scomparsa nel 2004 a Mazara del Vallo. «Sono importanti perché dimostrano anche il fatto che se si sta zitti non esce fuori niente, se si fa un po' di caos qualche spunto esce. Qualcuno cede, qualcuno ha voglia di parlare e qualcosa esce fuori. Adesso quello che si deve fare - continua - è capire chi è Giuseppe, cercare di avere il massimo delle informazioni. Qualsiasi cosa sia successa io ritengo che lei sia viva. Se fosse morta sarebbe già uscita fuori, qualcuno avrebbe fatto trovare le tracce». 

Denise Pipitone compie 21 anni, gli auguri di Piera Maggio: «Ovunque tu sia, non ti abbiamo dimenticata»

Denise Pipitone, ecco come sarebbe oggi: la foto divulgata da Piera Maggio alla vigilia del suo 21esimo compleanno

La pista tunisina

Poi a proposito della pista tunisina: «Io per adesso non romperei le scatole alle persone. La mia massima preoccupazione è sui cambiamenti interni che possono avvenire nelle persone se davvero Denise è in una certa situazione familiare in cui sta bene. Andare a molestare le persone, eventualmente, vicino a lei o anche proprio a lei, non è utile. Se da qualche parte in quella zona tunisina c'è Denise, lei ormai è grande e può fare da sola delle riflessioni», conclude. 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 12:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA