Discoteche al 35%, Speranza: «Diritto alla salute al primo posto». Salvini: serve capienza almeno doppia

Giovedì 7 Ottobre 2021
Speranza: «Discoteche aperte al 35% della capienza? Diritto alla salute al primo posto»

«Non dimentichiamoci dove eravamo e dove siamo ora - dice - l'Italia mesi fa aveva un numero di limitazioni enorme, oggi possiamo permetterci una serie di aperture e possibilità che prima erano lontane». Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, a margine del 78/o congresso Fimmg a Villasimius, sulle discoteche al 35% di capienza«In questi mesi abbiamo sempre messo avanti il diritto alla salute». Continuiamo con gradualità in questo percorso. Non dobbiamo leggere ogni passaggio come la fotografia di un istante. E continuiamo a dire con forza che le libertà ottenute sono merito di una campagna vaccinale straordinaria». «Da ogni angolo del mondo arriva un messaggio chiaro: i vaccini sono la chiave per chiudere questa stagione, l'arma che ci permette di aprire una stagione diversa. Ora - ha aggiunto Speranza - ci confronteremo in Consiglio dei ministri sulla possibilità di nuove aperture».

Lega, il gelo di Giorgetti e la tregua dei governatori

Salvini: almeno 70% capienza

«Il Cts propone il 35%? Noi chiediamo almeno il doppio della capienza: se chiedi il green pass allora dai lavoro, sennò siamo alla follia». Così il leader della Lega, Matteo Salvini a Rtl 102,5.

Discoteche, non c'è accordo nel governo sulla capienza. Per Salvini «35% è presa in giro»

Costa: spero si arrivi al 50%

Attualmente per la riapertura delle discoteche siamo ad un riempimento del 35 per cento. Spero che in queste ore si arrivi alla possibilità del 50 per cento. Lo afferma il sottosegretario alla Salute Andrea Costa ai microfoni di «Radio Anch'io» su Rai Radio 1. «Penso che l'importante sia la ripartenza di questo settore», aggiunge.

Ultimo aggiornamento: 16:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA