MARIO DRAGHI

Discoteche, ok del Cts: «Ma con capienza al 35%»

Si può togliere la mascherina mentre si balla, ma non quando si cammina nella sala da balllo

Martedì 5 Ottobre 2021
Discoteche, Cts: «Riaperture ok con Green pass, capienza al 35%». I gestori: rivedere le percentuali

Quando ballate potete togliere la mascherina, quando vi fermate e camminate nella discoteca dovete indossarla. Questa è una delle regole inedite fissate dal Comitato tecnico scientifico che consentiranno il ritorno in pista. Il Cts dice sì alla riapertura delle discoteche. E questa è già una notizia, visto che sono ferme da inizio pandemia, con una breve parentesi nell’estate del 2020. Certo, il via libera arriva con molte limitazioni: la capienza deve essere ridotta al 35 per cento al chiuso e al 50 all’aperto; la ripresa sarà graduale e solo nelle regioni in fascia bianca; si entra solo con il Green pass e fornendo il nome e cognome, per consentire il tracciamento. Altre prescrizioni, dicono al Cts: «Necessaria la presenza di impianti di aerazione senza ricircolo d’aria e rispondenti ai requisiti qualitativi specificati nei documenti di indirizzo Iss; uso obbligatorio dei bicchieri monouso». E come detto «utilizzo della mascherina chirurgica nei vari momenti ad eccezione di quello del ballo, paragonabile alle attività fisiche al chiuso». Le indicazioni sono arrivate ieri sera, al termine, di una lunga riunione del Comitato tecnico scientifico. La parola ora passa al governo. Replica Maurizio Pasca, presidente del Silb (sindacato locali da ballo): «È importante aprire ma non posiamo mantenere quella capienza del 35 per cento, i costi di gestione sono ingenti e certamente non riusciremmo a coprirli». Il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa: «Il sì del Cts è una buona notizia, è un primo passo». 

 

Discoteche, Sileri: «Il freno a mano può essere tolto». Il check previsto i primi di ottobre

Salvini attacca Draghi: «Tutta Europa riparte e noi no. Se chiedi il green pass devi riaprire tutto»

 

Altre attività

Il quesito sulla possibilità di tornare a ballare era stato inviato dal Ministero dello Sviluppo economico. Le perplessità degli scienziati sono ancora forti, anche se è vero che ci avviciniamo all’80 per cento della popolazione vaccinata e che, settimana dopo settimana, nonostante la riapertura delle scuole, stanno diminuendo i nuovi casi positivi e i ricoveri. Per domani è convocato il consiglio dei ministri, è atteso il decreto per l’applicazione delle indicazioni, giunte la scorsa settimana dal Cts, che interessano lo sport e lo spettacolo: la capienza negli stadi e nei luoghi all’aperto può passare dall’attuale 50 per cento al 75; nei palasport e nei luoghi al chiuso in genere si sale al 50 per cento. Cinema, teatri e sale concerti passano al 100 per cento all’aperto ed all’80 al chiuso. Per i musei via libera al 100 per cento.
 

Discoteche, Sileri: «Il freno a mano può essere tolto». Il check previsto i primi di ottobre

Salvini attacca Draghi: «Tutta Europa riparte e noi no. Se chiedi il green pass devi riaprire tutto»

 

Video

 

Ultimo aggiornamento: 7 Ottobre, 10:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA