Dum Dum, ucciso in strada a Milano il boss che trattava coi narcos: «Colpo di grazia alla testa»

Paolo Salvaggio, narcotrafficante milanese, era agli arresti domiciliari. Secondo gli investigatori i killer conoscevano le mosse della loro preda

Martedì 12 Ottobre 2021 di Francesco Gentile
Dum Dum, ucciso in strada a Milano il boss che trattava coi narcos: «Colpo di grazia alla testa»

Due spari al volto e alla spalla lo hanno atterrato e uno alla testa lo ha finito. Quella di Paolo Salvaggio, 60 anni, detto Dum Dum, narcotrafficante milanese, ha tutto l'aspetto di un'esecuzione. L'uomo, agli arresti domiciliari per droga a casa dell'ex moglie, era uscito come spesso accadeva dalle 10 alle 12 per un giro in bici per le strade di Buccinasco, storico territorio dell'ndrangheta a sud di Milano. Tutto procedeva per il meglio...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
Ultimo aggiornamento: 09:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA