Emanuele nato in casa, la mamma: «Non me lo aspettavo»

Emanuele nato in casa, la mamma: «Non me lo aspettavo»
Emanuele nato in casa, la mamma: «Non me lo aspettavo»
Sabato 24 Settembre 2022, 08:42 - Ultimo agg. 12:09
2 Minuti di Lettura


Il sindaco di San Giovanni Teatino, Giorgio di Clemente, ha ricevuto ieri mattina il piccolo Emanuele Paludi, nato in casa il 27 giugno alle 6.16 di mattina. La mamma Valeria ed il papà Niko hanno raccontato l'emozione di quanto accaduto e la sorpresa di un parto avvenuto in pochi minuti.


«Non è stato un parto programmato o voluto in casa -spiega la mamma Valeria- Dalla sera prima avevo avuto le prime contrazioni, ma non regolari o ravvicinate da farmi immaginare quanto stava accadendo. D'improvviso si sono accelerate e ravvicinate mi sono accorta che la testolina di Emanuele stava già uscendo».

«E' successo tutto così in fretta - prosegue il papà Niko - che mentre ho chiamato il 118 per far arrivare l'ambulanza, Emanuele è venuto al mondo, avvolto in una bolla di liquido amniotico. Ci hanno poi detto che anche questa è una cosa che accade raramente: solo un bimbo su 80.000 nasce così. Il sindaco Giorgio Di Clemente, emozionato ed onorato, ha consegnato loro una targa a ricordo di questo evento, raro e straordinario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA