Una palazzina colma di escrementi

Una palazzina colma di escrementi
Martedì 30 Maggio 2017, 09:24 - Ultimo agg. 12:49
2 Minuti di Lettura
VENEZIA - (t.card.) Una palazzina in via Garibaldi colma di escrementi liquidi, che piovono a cascata sui masegni. E puzza insopportabile ovunque. È un problema che sembra trascinarsi dal 2003. Due anni prima la famiglia Hamp, madre Lidia e figlio Hernest, avevano vinto un bando per risiedere in un appartamento a piano terra di una palazzina Ater, al civico 1380. Una zona di Castello nella quale insistono 3 palazzine dell’ente regionale, praticamente ormai vuote, abitate da non più di 6 nuclei familiari. Subito dopo l’accesso sono iniziati i problemi, per una fossa biologica forse non fatta a regola d’arte. Sta di fatto che bastava un minimo di alta marea, perché l’abitazione si allagasse di liquido putridume.

 




«Per otto lunghi anni abbiamo scritto all’Ater, segnalando la situazione - racconta Ernest - finalmente è venuto un idraulicoche in sole 2 ore ha risolto parzialmente il problema. Otto anni per due ore di lavoro. Parzialmente perché ha solo deviato il flusso fognario verso altre abitazioni, come hanno fatto anche in un successivo intervento. Ora la casa accanto è piena di fogna ed il muro che confina con la camera di mia madre si è riempito di putrida umidità e sta crollando». «Abbiamo chiamato l’ufficio d’igiene, ricevendo un’ulteriore beffa: loro non sapevano nulla delle condizioni in cui viviamo, perché l’Ater non ha inviato un rigo al settore sanitario». Come ultima risorsa, Hernest ha postato un video raccapricciante ed assai esplicativo del problema sulla pagina Facebook Venessia.com.
© RIPRODUZIONE RISERVATA