Fiumicino, lettera con proiettile esploso per l'assessore ai Lavori pubblici. La minaccia: «Te famo fa' la fine der sorcio»

Viale Coccia di Morto a Focene
Viale Coccia di Morto a Focene
di Umberto Serenelli
Lunedì 19 Settembre 2022, 08:29 - Ultimo agg. 20 Settembre, 10:13
4 Minuti di Lettura

Una lettera minatoria anonima con all’interno un proiettile di pistola esploso è stata recapitata all’assessore ai Lavori pubblici di Fiumicino. Nei giorni scorsi il titolare dell'assessorato in piazza Giovan Battista Grassi, Angelo Caroccia, ha ricevuto la comunicazione su cui scritto: «Te famo fà la fine der sorcio».

Meloni, nuove contestazioni: «Cercano l'incidente». La leader di FdI chiama in causa Lamorgese

L’amministrazione ha immediatamente chiesto l’intervento del commissariato di polizia di Fiumicino che ha fatto scattare le indagini per risalire all’autore del gesto intimidatorio nei confronti di un amministratore del Comune costiero che è inoltre candidato alla Camera con Azione di Carlo Calenda. Secondo indiscrezioni sembra che gli inquirenti abbiano catalizzato le loro attenzioni nei confronti di un episodio in particolare e cioè quello collegato alle minacce di alcuni residenti a Focene in riferimento ai lavori di riqualificazione di viale Coccia di Morto, tratto tra via del Polpi e via del Consorzio Focense.

PROGETTO DI MESSA IN SICUREZZA

Il progetto di messa in sicurezza di un segmento stradale, di circa 500 metri, che corre parallelo alla pista ciclabile dell’aeroporto “Leonardo da Vinci” ha comportato l’esproprio di alcune strisce di terreni privati poco gradito dai proprietari. Sembra, infatti, che durante i controlli congiunti per far decollare la fase progettuale, in presenza dell’assessore Caroccia, dei tecnici comunali e dei titolari della ditta “Edil Pi.Ma srl”, ci sia stato uno scontro verbale con alcuni lottisti particolarmente infuriati per l’esproprio. Sulla vicenda della lettera contenente il bossolo sta indagando anche la Digos mentre i poliziotti di Fiumicino non escludono anche altre piste. Infatti dall’assessorato ai Lavori pubblici partono le indicazioni per gli d’appalti, relativi alla costruzione di opere che poi vengono realizzate sul vasto territorio, di fatto però gestite dall’ufficio gare comunali. Comunque, il lavoro dell’assessorato, per migliorare l’accesso a Focene sud dopo numerosi incidenti stradali, non si ferma e proprio stamani è prevista l’apertura del cantiere su viale Coccia di Morto per i cui lavori sono stati stanziati 600mila euro.

DUE PASSERELLE

Questo intervento comporterà la costruzione di due rotatorie, del diametro di 24 metri ognuna davanti a via dei Polpi e l’altra all’altezza di via del Consorzio Focense, collegate tra di loro da un new-jersey centrale per dividere e mettere quindi in sicurezza le carreggiate. In corrispondenza delle rotatorie verranno inoltre costruite due passerelle ciclo-pedonali in legno lamellare che consentiranno di unire l’arteria stradale alla pista ciclabile “Noemi Magni” che da Fiumicino permette di raggiunge Focene nord. I “ponticelli” per scavalcare il canale di bonifica avranno una lunghezza di 24 metri e saranno larghi 3 la cui realizzazione sarà molto importante perché finalmente darà una risposta agli appassionati delle due ruote che da tempo chiedono l’accesso alla ciclabile anche a coloro che risiedono a Focene sud. Con molta probabilità all’apertura del cantiere saranno presenti anche alcune pattuglie della polizia di Stato per impedire che qualcuno ostacoli gli operai della ditta appaltatrice “Edil Pi.Ma srl” impegnati nello scarico del materiale necessario per dare il via ai primi interventi slittati in quanto previsti lo scorso giugno. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA