Foggia, lite per il parcheggio
ucciso a coltellate dal rivale

Sabato 27 Agosto 2016
È stato sottoposto a fermo il presunto aggressore di Pompeo (e non Domenico come era stato reso noto in un primo momento) Piserchia, il 34enne morto in ospedale dopo essere stato accoltellato nella tarda serata di ieri durante un litigio per un parcheggio, avvenuto davanti alla sua abitazione, in via San Giovanni Bosco, a Foggia.

L'uomo sottoposto a fermo è Donato Alberto Riccio, di 32 anni, con precedenti penali. Il fermo è stato eseguito dalla polizia su disposizione del pm Giovanni Gallone della Procura di Foggia. Il 32enne abita nella stessa palazzina della vittima: uno al primo e l'altro al terzo piano. I due avrebbero litigato perchè - a detta di Riccio - l'auto di Piserchia era stata parcheggiata male e ostruiva il passaggio della vettura di del 32enne.

Quest'ultimo, nel corso del litigio, ha preso il coltello a serramanico che aveva in una tasca e ha colpito Piserchia, due dei fendenti hanno raggiunto il 34enne al torace e all'inguine. Piserchia è stato trasportato in ospedale dove è morto 50 minuti dopo il ricovero.

Riccio, portato nel commissariato di polizia, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Nella sua abitazione gli investigatori hanno trovato il coltello sporco di sangue. Ultimo aggiornamento: 14:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA