Fondi Sanità: Campania penalizzata. C'è il rischio di perdere 350 milioni

di Marco Esposito

L’ex ministro leghista Roberto Calderoli di leggi Porcellum ne ha fatte due: una, quella elettorale, è stata appena dichiarata incostituzionale, l’altra riguarda la divisione dei soldi per la sanità. Il meccanismo ideato da Calderoli nel 2011 - e che da ieri è operativo con la scelta delle tre regioni «standard» - prevede che se in un territorio c’è una bassa speranza di vita (come in Campania, due anni in meno), vengono tagliati i fondi sanitari perché tanto ci saranno meno anziani da curare. Un’offesa a una popolazione nei confronti della quale si deve, anzi, mettere in campo più efficienza e più prevenzione. Solo nel 2014 la Campania perderà, se non ci sarà un sussulto di dignità da parte del Parlamento, 350 milioni. E altre centinaia di milioni svaniranno in Puglia, Calabria e Sicilia.





Venerdì 6 Dicembre 2013, 11:39 - Ultimo aggiornamento: 06-12-2013 13:12



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2013-12-06 13:01:00
Li avete votati... nonostante l'evidente ostracismo verso il sud... e mentre noi continuiamo a vedere la tv, a seguire le partite di pallone, a mangiare i loro prodotti, a ricevere i loro veleni...... loro ci preparano il regalino!
2013-12-06 12:14:00
BEN CI STA! Cosa ne dice Il nostro presidente Caldoro e i vari Berlusconiani che sono stati fedeli alleati di Caldoro? Avranno un sussulto di dignità?, o continueranno per convenienza personale a nascondere la testa sotto la sabbia? Questo trattamento ce lo meritiamo, perchè abbiamo dato fiducia a soggetti che del loro territorio non interessa niente, loro unico scopo è stato quello di ingraziarsi i favori del loro capo "guro" svendendo la dignità del proprio territorio e della propria gente... La retromarcia economica e sociale di questa regione è opera delle scelte antimeridionali leghiste, appoggiate anche da politici meridionali , compagni di merenda di Calderoli. Che "VERGOGNA".

QUICKMAP