Reggio Calabria, ucciso 34enne:
freddato sotto casa a colpi di pistola

di s.m.

Si torna a sparare a Reggio Calabria. Ieri sera, intorno alle 19, un giovane di 34 anni, Tarik Kacha, cittadino marocchino ma da anni residente in Italia, è stato ucciso a colpi di pistola nell’androne del palazzo. Stava rientrando a casa dalla moglie, nel quartiere Catona, periferia Nord di Reggio Calabria, ma ad aspettarlo questa volta c’era chi aveva studiato tutto nei minimi dettagli: ha atteso il rientro a casa del 34 enne e lo ha freddato con alcuni colpi di pistola, dandosi poi alla fuga a bordo di un’auto condotta molto probabilmente da un complice.

Il rumore degli spari ha attirato anche i familiari che abitano al primo piano del palazzo e hanno immediatamente allertato il 113. Sull’omicidio indaga la Squadra mobile diretta da Francesco Rattà: la zona viene delimitata ma dei killer non c’è traccia. Si spera ora che qualche risposta possa arrivare anche da qualche telecamera di videosorveglianza della zona. Nelle ore successive sono stati sentiti i familiari della vittima per ricostruire le ultime ore di Tarik, le sue frequentazioni, le sue amicizie. Il 34enne lavorava in un panificio e aveva precedenti penali di poco conto. Bisognerà ora capire se negli ultimi tempi, anche per motivi legati alla sua attività lavorativa, avrebbe frequentato esponenti legati alla criminalità organizzata.
Venerdì 30 Dicembre 2016, 09:54 - Ultimo aggiornamento: 30-12-2016 09:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP