Gabrielli: «Bullismo è una forma di omologazione»

Altro che trasgressori delle regole. I bulli sono ragazzi «omologati» che credono di avere le verità in tasca. È quanto afferma il capo della Polizia Franco Gabrielli in un'intervista con direttore della sala stampa del Sacro Convento di Assisi Enzo Fortunato, sottolineando che la Polizia da tempo combatte proprio contro questa omologazione.




«La tragedia è che oggi più che trasgressione abbiamo gente omologata e noi combattiamo il bullismo, che è una forma di omologazione. Ci sono persone - dice Gabrielli - che si ritengono depositarie di un modo di essere e lo applicano in maniera prevaricante nei confronti di altri soggetti più deboli». Dunque il tema «non è il non rispetto delle regole, ma un'omologazione - conclude - che troppo spesso ci appiattisce, che troppo spesso crede che qualcuno sia depositario di una verità e di un comportamento che invece è effimero».
Domenica 22 Aprile 2018, 18:01 - Ultimo aggiornamento: 22-04-2018 18:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP