Galatina, minacce al direttore dell'ospedale: gatti morti nel giardino di casa. Scatta la denuncia: «Non so spiegarmi cosa stia accadendo»

Lunedì 14 Giugno 2021 di Gianfranco Tundo
Galatina, minacce al direttore dell'ospedale: gatti morti nel giardino di casa. Scatta la denuncia: «Non so spiegarmi cosa stia accadendo»

Uno, due, tre: quella che inizialmente sembrava una semplice coincidenza, è divenuta poi un sospetto concreto. E la serie di gatti morti - macabro rituale della criminalità organizzata - ritrovati sull'uscio di casa ha quindi convinto Giuseppe De Maria, direttore sanitario dell'ospedale di Galatina, nel Salento, a presentarsi al commissariato di Polizia e sporgere denuncia. Al momento, contro ignoti.

 

Il racconto

 

I corpi senza vita dei felini sono stati ritrovati per diversi giorni di seguito sulla soglia di casa e anche nel giardino del medico. «Trovo sul portone di casa - racconta lui stesso a Nuovo Quotidiano di Puglia - queste carcasse di gatti avvelenati. Non riesco a capire cosa stia accadendo, chi sia stato a lasciarli là e perché. Certamente, chi ha compiuto questo gesto va condannato, anche solo per aver pensato di avvelenare bestiole indifese». L'episodio, tuttavia, non è da sottovalutare. Sempre nei giorni scorsi, nel giardino di De Maria anche cuccioli di gatto, sempre morti: a loro, il direttore sanitario del Santa Caterina Novella, dava da mangiare quotidianamente. 

Ma chi potrebbe volere intimidire De Maria? Chi avere interesse a lanciare un avvertimento? La vicenda al momento è tinta di giallo. Il medico chiarisce di non aver ricevuto alcuna minaccia da chicchessia. Gli investigatori, dunque, non escludono al momento nessuna pista, nemmeno quella legata al ruolo svolto da De Maria all’interno del presidio ospedaliero. 

 

 

Leggi anche

Pretendeva il "pizzo" dalla badante, arrestata dai carabinieri

Malmenate e minacciate: tre arresti per violenze sulle donne

Fuoco alle auto di una famiglia, parcheggiate in punti diversi: l'ipotesi dell'attentato. Si indaga

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 20:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA