Giulia Cecchettin, papà Gino: «Il funerale sia un messaggio di grande partecipazione». Attese 10mila persone

Il padre della ragazza davanti a casa a Vigonovo: «Sto preparando un messaggio scritto che leggerò quel giorno. Non sono bravo con le parole, chiedetemi semmai di elettronica»

Giulia Cecchettin, papà Gino: «Il funerale sia un messaggio di grande partecipazione»
Giulia Cecchettin, papà Gino: «Il funerale sia un messaggio di grande partecipazione»
Domenica 3 Dicembre 2023, 12:04 - Ultimo agg. 5 Dicembre, 10:33
2 Minuti di Lettura

Gino Cecchettin, papà di Giulia Cecchettin, parla del funerale della figlia. «Abbiamo scelto una chiesa grande affinché arrivi un messaggio di grande partecipazione, lo abbiamo voluto così perché arrivi questo messaggio». Con poche parole, dal tono dolce, il signor Cecchettin psiega così, davanti a casa a Vigonovo, del funerale della figlia Giulia, uccisa da Filippo Turetta.

Giulia Cecchettin, i funerali martedì 5 dicembre: Mattarella non ci sarà. Zaia: «Lutto regionale»

Filippo Turetta, nuova strategia (choc) della difesa: «Omicidio preterintenzionale, voleva solo bloccarla mentre scappava»

Esequie che si terranno martedì nella basilica di Santa Giustina a Padova. «Sto preparando un messaggio scritto che leggerò quel giorno - ha aggiunto -. Non sono bravo con le parole, chiedetemi semmai di elettronica ... ma sto cercando di dire le cose al meglio». I funerali di Giulia sono previsti martedì alle ore 11 a Padova nella basilica di Santa Giustina, che si affaccia su Prato della Valle: potrà ospitare le migliaia di persone attese per le esequie, e la stessa piazza, fra le più grandi d'Europa, permetterà a molti di seguire la cerimonia all'esterno, su maxischermi.

In vista delle esequie la gigantografia dedicata a Giulia, con la scritta «Giulia ti vogliamo bene» e collocata sulla facciata del municipio di Vigonovo, dovrebbe essere trasferita nella Basilica di Padova.

Anche stamani sono molte le persone che si fermano e lasciano fiori o messaggi, o semplicemente dedicano un momento di vicinanza e commozione, davanti alla casa dei Cecchettin o al palazzo comunale. Gino, intanto, è rientrato in casa con in mano alcuni biglietti di partecipazione per i funerali di martedì. Funerali a cui potrebbero partecipare migliaia di persone, forse anche più di diecimila.

© RIPRODUZIONE RISERVATA