Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Gloria Rosboch, nell'auto dell'omicidio
trovate le tracce di due persone

Martedì 14 Giugno 2016
Gloria Rosboch, nell'auto dell'omicidio trovate le tracce di due persone

Impronte e tracce organiche di Gabriele Defilippi e Roberto Obert, oltre a tracce di urina quasi certamente della vittima, sono state riscontrate dai carabinieri del Ris sulla Renault Twingo dove, lo scorso 13 gennaio, è stata uccisa, a Castellamonte (Torino), l'insegnante Gloria Rosboch. È quanto emerge in una relazione consegnata alla procura di Ivrea.

La perizia conferma, dunque, che soltanto loro due, Defilippi e Obert, fossero sulla scena del crimine. Non ci sono, infatti, tracce di altri soggetti, cosa che a questo punto parrebbe definitivamente escludere il coinvolgimento di altre persone nell'esecuzione materiale del delitto. Dalle risultanze peritali, inoltre, le tracce di Defilippi si trovano sul sedile posteriore dove era seduta Gloria Rosboch mentre quelle più evidenti di Obert sono sul sedile di guida. Questo avvalorerebbe la tesi che Obert fosse al volante mentre Defilippi uccideva l'insegnante.

Oltre a Defilippi e Obert, per la vicenda è in carcere Caterina Abbattista, madre di Defilippi ed è indagata a piede libero Efisia Rossignoli, accusata di essere la telefonista della truffa che permise a Defilippi di ottenere 187mila euro dalla sua ex insegnante. Il giorno dell'omicidio Rossignoli chiamò Defilippi al telefono una decina di volte. 

Ultimo aggiornamento: 15 Giugno, 10:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA