Green pass, stop ai controlli se si consegna al datore di lavoro. Ok al decreto in Senato

Mercoledì 10 Novembre 2021
Green pass, stop ai controlli se si consegna al datore di lavoro. Ok al decreto in Senato

Novità introdotte dal decreto Green pass per i controlli sul cerificato verde dei lavoratori privati. Nel decreto - votato al Senato in serata (con il voto di fiducia posto dal governo, 199 voti a favore, 38 i contrari) - c'è la semplificazione dei controlli che scatterebbe per i lavoratori del settore privato, che possono chiedere di consegnare al proprio datore di lavoro una copia del Green pass. Così facendo, «sono esonerati dai controlli da parte dei datori di lavoro» per tutta la durata della validità della certificazione vaccinale. La novità è contenuta in un emendamento del Pd (prima firmataria la senatrice Valeria Fedeli), riformulato dal governo e approvato dalla commissione Affari costituzionali del Senato.

 

Terza dose ai 40-60enni dal 1° dicembre. Per i sanitari avanza l'ipotesi obbligo

No vax, cosa succede nel mondo a chi non si vaccina? Dallo stipendio sospeso alle cure gratuite negate

 

La modifica

L'emendamento del Pd è stato condiviso da gran parte dei gruppi di maggioranza e sottoscritto da senatori di Forza Italia, Italia viva e Lega. La modifica introdurrebbe di fatto anche una deroga sui controlli del Green pass, visto che per ora il datore di lavoro rischia sanzioni se non dovesse fare controlli sul certificato.

 

 

 

 

Video

 

 

Ultimo aggiornamento: 11 Novembre, 13:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA