Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Green Pass, cade ipotesi dell'abolizione dopo il 31 marzo: anche Speranza frena, ecco la situazione

Sabato 5 Marzo 2022 di Diodato Pirone
Green Pass, cade ipotesi dell'abolizione dopo il 31 marzo: anche Speranza frena, ecco la situazione

L’addio al Green pass? “Dobbiamo valutare passo dopo passo”. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, a margine di un’iniziativa a Firenze. "Proseguirà il confronto tra di noi - ha aggiunto - nel governo, e fra governo e Parlamento, e valuteremo la strada migliore: il percorso è ancora, per quanto mi riguarda, un percorso di fiducia che guarda a una fase nuova, ma di gradualità, perché questo è il metodo che ci siamo dati, e finora ha portato a risultati che credo siano sotto gli occhi di tutti".

Roma, manifestazione contro la guerra in Ucraina: 50mila persone. Blindate le vie del Centro

Il ministro è estremamente prudente. D'altra parte i dati parlano chiaro: ieri, 4 marzo 2022, si sono registrati altri 38.000 contagiati ma soprattutto non scende la percentuale di contagi sui tamponi che continua a viaggiare intorno al 10%.

In questo quadro cosa potrebbe succedere dopo il 31 marzo quando scadrà lo stato d'emergenza? Ovviamente molto dipenderà dall'andamento della pandemia, la curva dei contagi è in caduta molto forte e cala anche la pressione degli ospedali ma nessuno può prevedere con esattezza cosa accadrà nei prossimi giorni. Al momento l'eliminazione del green pass e dell'obbligo della vaccinazione oltre i 50 anni non è all'ordine del giorno.

Profughi e Covid, oltre il 60% senza vaccino. Bassetti: «Rischio nuova ondata»

Cosa accade

Ieri il ministro Speranza è stato molto prudente e, per la verità, ha rilanciato la campagna di vaccinazione chiedendo a chi non l'ha già fatto di recarsi presso i centri di somministrazione sia per le terze dosi che per la prima dose da effettuare magari con il farmaco Novavax che utilizza una tecnologia collaudata da decenni.

Secondo Speranza "dobbiamo continuare con un atteggiamento di cautela e attenzione, e penso che l'utilizzo delle mascherine nei luoghi chiusi sia ancora molto importante. Quindi fiducia, guardare avanti, ma con i piedi per terra e un passo alla volta”.

Ultimo aggiornamento: 22:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA